VERSO VIRTUS FRANCAVILLA-CERIGNOLA

Francavilla, tutti i dubbi di Calabro per il derby contro il Cerignola

Dalla rassegna stampa di oggi

Foto Luca Barone

   Quotidiano di Puglia

05 Novembre 2022 - 09:30
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

Prove di formazione per la Virtus Francavilla, alla vigilia del match interno di domani pomeriggio contro il Cerignola (ore 17.30), squadra rivelazione del campionato. C'è necessità di rialzare al più presto il morale dell'intero ambiente calcistico biancazzurro, dopo una serie di prestazioni discrete di Caporale e compagni, ma che non sono state però sufficienti a regalare qualche vittoria in più, peraltro meritata, alla società e ai tifosi, ma anche alla stessa squadra.

La Virtus non vince da tanto tempo e se da un lato ha ritrovato di recente la strada del gol con maggiore fluidità e continuità, dall'altro non è accaduta la stessa cosa per la casella dei gol al passivo. In difesa, davanti al portiere Avella, confermatissimo e sempre presente in questa parte iniziale del campionato, avendo lasciato a Romagnoli la difesa della porta solamente nel match di Coppa Italia contro il Potenza, dovrebbe tornare Miceli al centro, con Idda e Caporale sulle fasce esterne. A centrocampo, Pierno, Di Marco, Murilo e Cisco partirebbero leggermente in vantaggio sugli altri pari ruolo. Ballottaggio tra Tchetchoua, Risolo e Giorno per l'ultimo posto sulla mediana. In attacco, Maiorino e Patierno, con Mastropietro, Ekuban e Perez in attesa di poter dare il proprio contributo anche a gara in corso.

Incontrando una squadra come il Cerignola, che ha praticamente lo stesso sistema di gioco, la squadra di Calabro potrebbe cercare sin dall'avvio del match di prendere possesso del centrocampo, settore determinante per dettare il proprio ritmo di gioco, fatto di pressing alto e di ripartenze veloci, oltre che di una manovra a largo respiro. La chiave del match, su cui la formazione di patron Magrì sta lavorando, potrebbe infatti anche essere il fatto di sfruttare al meglio sia i cross dalle fasce laterali che i calci piazzati. Il Cerignola, così come la Virtus Francavilla, ha nel suo organico gente di categoria come Tascone, Sainz-Maza, Blondett e soprattutto il bomber Malcore, divenuto in questa stagione uno dei goleador più incisivi e decisivi del campionato, insieme al francavillese Patierno. Per domani è stato vietato ai tifosi residenti nella provincia di Foggia di essere presenti al match.

Arriva intanto anche a Francavilla l'Integration League, il nuovo torneo che unisce rifugiati e comunità locali promosso da Lega Pro con il supporto di Unhcr e Project School, a cui la Virtus Francavilla Calcio ha scelto di aderire per dare un contributo concreto alle necessità sociali del nostro territorio e per essere molto vicini al tema dell'inclusione sociale. Nelle città di ogni Club che ha aderito verrà quindi formata una squadra che sarà composta da otto cittadini italiani e otto rifugiati, richiedenti asilo, titolari di protezione sussidiaria e temporanea. Le squadre si alleneranno per cinque mesi nelle strutture messe a disposizione dei club per poi competere tra loro in un vero e proprio torneo di 15 partite.

Fonte: Quotidiano di Puglia



Scroll to Top