Claudio Baglioni scrive nel '98 un inno alla nazionale italiana per il Centenario della FIGC
LE VOCI DI MRB.IT | Un brano bellissimo e attuale, per una nazionale rinata dalle proprie ceneri
Mojito Football Club Tutte le News
Le Voci di MRB.it Tutte le News
Foto da Baglioni.it e Mondilai.net
Angelica Grippa | 3 Dicembre 2020 - 15:00
Tempo di lettura: 3 minuti e 17 secondi
Era novembre del 1997, quando l’allora presidente della FIGC, Luciano Nizzola suggerì a Claudio Baglioni di comporre un inno per festeggiare il centenario della Federazione Italiana Giuoco Calcio. Nacque così ’Da me a te’ un brano intenso alla Baglioni maniera. Leggiamo insieme il testo:

“C'erano altri come noi
le storie della storia
di polvere e di gloria
uomini come noi
ci furono degli altri poi
storie senza una storia
vite senza memoria
uomini e non eroi
prendimi le mani
parla più che sai
giura che domani tu ci sarai
dammi le tue mani
e ti porterò
più lontano che potrò
ci sono altri come noi
all'alba di ogni storia
tra pace e sparatoria
uomini come noi
stringimi le braccia
dammi chi eri tu
la tua faccia non mi lasci mai più
aprimi le braccia
e ci lascerò
tutto quello che io ho
un azzurro lungo un sogno
che ci ha fatto vivere
come un urli in mezzo al cielo
vola e va da me a te
e altri ancora come noi
saranno nuova storia
di resa e di vittoria
uomini e forse eroi
toccami sul cuore
spiegami com'è
che si nasce vive e muore perché
tienimi nel cuore
e saprò cosi'
che vivrò per sempre li
un azzurro lungo un sogno
che ci ha fatto vivere
come un urlo in mezzo al cielo
vola e va da me a te
quell'azzurro lungo un sogno
vola e va da me a te.

Prima dell’amichevole tra Italia e Paraguay, il 22 aprile 1998, allo Stadio Ennio Tardini di Parma, venne eseguita e presentata per la prima volta questa canzone. Una traccia che aveva l’intento come ha sottolineato lo stesso cantautore romano, di raccontare la storia della nazionale italiana, come la storia di un intero Paese, con tutte le sue conquiste e i suoi fallimenti, le gioie e i dolori.
  
Baglioni si propone soprattutto di narrare la parte sentimentale della storia azzurra, come le imprese dei tre mondiali vinti sino ad allora, così come narra le disfatte delle competizioni internazionali dove tante volte i nostri beniamini sono stati anonimi sul campo. Un misto di gioie e dolori che è giunto sino ai giorni nostri, certo è che quando questo brano ha visto la luce la Nazionale non aveva trionfato a Berlino nel 2006 così come non avevamo visto la mancata qualificazione all’Europeo in Svezia, una pagina tristissima della nostra storia.

Ma come l’araba Fenice, la nostra nazionale con scelte coraggiose è risorta: cambiando lo staff tecnico e un riciclo in campo con tanti nuovi talenti. Il ct. Roberto Mancini ha operato una vera rivoluzione che a distanza di 2 anni ha dato dei frutti grandiosi, basti pensare alle qualificazioni al mondiale dove gli azzurri non hanno mai perso, o alla finale di Uefa Nations League che disputeranno ad ottobre 2021 tra Milano e Torino, qualificandosi tra le prime 4 d’Europa, un traguardo che fino a qualche anno fa sembrava impossibile.

Ma più di ogni altra cosa quello che ci colpisce di questa nazionale è lo spirito ritrovato, i ragazzi si divertono e si vede. Esprimo un calcio di altissima qualità per noi tifosi è davvero un piacere vedere le partite.

‘Da me a te’ è un brano scritto da Baglioni nel 1998, estratto dall’omonimo album e celebrativo per il centesimo anniversario della Federazione Italiana Giuoco Calcio. Cosa dire questa cantautore romano, che ha una voce con un’estensione vocale di 3 ottave, e tanti brani che hanno scritto la storia della musica leggera italiana. 40 album pubblicati e 16 in studio, osannato dai suoi fan e adorato. Nel 2018 e nel 2019 è stato anche direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo con risultati strabilianti. Una delle voci italiani più belle che canta un inno per la nostra nazionale che sta vivendo un momento magico, viva Baglioni e Viva l’ Italia!
MRB.it Tag:
claudio baglioni
da me a te album
da me a te 1998
nazionale azzurra
cantautori italiani
musica leggera italiana
musica
roberto mancini
figc
federazione italiana giuoco calcio
uefa nations league
azzurri
nazionale italiana