TARANTO FC

Quotidiano di Puglia: Taranto, due novità per la Viterbese: Tommasini e Loliva

Dalla rassegna stampa di oggi

Foto Luca Barone

   Quotidiano di Puglia

09 Novembre 2022 - 08:40
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

La gara di Picerno lascia in dote un'immeritata, ma purtroppo effettiva, sconfitta la quale, sommata a quella contro il Giugliano, fa salire a due il computo dei ko di fila per il Taranto. Nel corso di questa stagione, tale dinamica si era verificata soltanto a cavallo tra il 4 e l'11 settembre: gli stop contro Monopoli e Catanzaro, come risaputo, costarono la panchina a Di Costanzo e il ruolo di direttore sportivo a Dionisio. Ma si tratta di contesti completamente differenti: la fiducia nei confronti di Capuano ed Evangelisti è illimitata e se per il momento il ds non può operare a livello ufficiale (ma nel mentre valuta già diverse opzioni in vista della sessione invernale di calciomercato), al tecnico spetta l'arduo compito di studiare nuove soluzioni affinché i rossoblù risolvano l'impasse legata ai risultati tenendo conto, tuttavia, dell'incredibile serie di defezioni che sta attanagliando il gruppo.

Risposte importanti sono giunte, in particolar modo, da Christian Tommasini che, nello spezzone finale disputato a Picerno, ha garantito maggiore brio alla manovra d'attacco tarantina. Un'esperienza ai limiti del paradossale quella dell'ex Paganese in rossoblù: prima dell'infortunio al polpaccio che lo ha tenuto ai box per quasi un mese, a Tommasini era stato annullato un gol a Torre del Greco e nel capitombolo di Pagani aveva centrato anche un clamoroso palo che non avrebbe evitato il ko, ma quantomeno gli avrebbe concesso di sbloccarsi. Quanto accaduto a Picerno domenica scorsa è risaputo: sarebbe stato lui a guadagnarsi (e forse a calciare) il penalty del potenziale pareggio. In sintesi: tanti buoni spunti, seppur a corrente alternata, ma nessun gol ancora all'attivo. Averlo nuovamente a disposizione, anche se non ancora a pieno regime, è un viatico importante per Capuano: nessuno dei centravanti in rosa, infatti, presenta caratteristiche simili perché Tommasini garantisce quantità negli ultimi 16 metri e, in più, ha nelle corde la giocata in grado di fungere da deus ex machina all'interno di una partita bloccata tatticamente.

A questo punto, già domenica potrebbe partire titolare, ma la settimana di lavoro è appena iniziata e servirà tempo per capire gli ingranaggi sui quali Capuano vorrà far leva. La certezza, però, è che l'allenatore ionico non potrà contare su Gianmarco Vannucchi, squalificato dopo il cartellino rosso rimediato nel concitato finale di Picerno. Una perdita gravissima, oltre che deleteria, per il Taranto considerando che, con l'ex Alessandria e Padova in porta, l'intero reparto di retroguardia aveva trovato importanti certezze anche nei meccanismi tattici di una linea a tre. Ma la beffa si è ormai consumata e Capuano dovrà studiare nuove alternative che, in fin dei conti, circoscrivono ogni idea al solo Andrea Loliva. Classe '00, è giunto il suo momento perché Russo ha salutato il club nelle scorse settimane, Martorel è alle prese con un infortunio e Caputo è un profilo sicuramente interessante, ma comunque classe '05. Loliva arrivò a Taranto lo scorso anno, ma la presenza costante di Chiorra tra i pali ne oscurò completamente il profilo: Laterza lo fece giocare soltanto nella gara di Picerno che concluse la stagione. Quest'estate sembrava prossimo all'addio, invece è poi rimasto nonostante, con un profilo come Vannucchi in organico, le possibilità che potesse giocare si sono ridotte al lumicino. Quantomeno fino a ora: per lui la grande occasione di potersi giocare le sue chance, seppur subordinate al rientro del portiere titolare dalla squalifica.

Fonte: Quotidiano di Puglia



Scroll to Top