SPORT

Nicoletta Santolocito e Nicolò Ragazzo i nuovi campioni italiani di Aquathlon

Titolo conquistato a Taranto

Sono Nicoletta Santolocito e Nicolò Ragazzo i nuovi campioni italiani di Aquathlon. Il titolo lo hanno conquistato oggi a Taranto, nella giornata clou di quello che è stato un fine settimana trasformatosi in un'autentica festa per questa disciplina, per il Triathlon e per l'intero sport nazionale. Una festa iniziata sabato, con la manifestazione giovanile (Minicuccioli, Cuccioli, Esordienti, Ragazzi e Youth A) che ha visto confluire nella città pugliese giovani e giovanissimi atleti provenienti da diverse regioni italiane per una giornata tutta dedicata a loro e che oggi ha vissuto il momento più importante, sotto il profilo agonistico, con l'assegnazione dei titoli tricolori.

Partenza ed arrivo erano stati fissati proprio all'ingresso dello splendido Castello Aragonese, che vigila su Taranto e fin dal "via" è stata subito battaglia, sia tra le donne che tra gli uomini, lungo i 2,5 chilometri di corsa, il chilometro di nuoto e gli altri due 2,5 chilometri di corsa.

Due gare vere, rese ancora più impegnative dal gran caldo e da una forte corrente lungo il canale che collega il Mare Piccolo con il Mare Grande, che ha messo a dura prova i circa 300 partecipanti ed hanno entusiasmato il pubblico assiepato sulle balconate del bellissmo lungomare tarantino e sul ponte girevole, che è un'altra delle perle della città pugliese.

Tra le donne, alle spalle della neo campionessa tricolore Nicoletta Santolocito, si sono piazzate Rachele Lavagno e Claudia Carmela Paladini; mentre tra gli uomini, sui due gradini disponibili, dopo quello più alto occupato da Nicolò Ragazzo, sono saliti Luca Bruni e Samuele Angelini.

Il presidente della Federazione Italiana Triathlon Riccardo Giubilei, non nasconde la soddisfazione per il successo della manifestazione: "Abbiamo assistito ad una gara impegnativa e selettiva, disputata in una location unica, all'ombra dei bastioni del Castello Aragonese e nel centro di una città ricca di grandi tradizioni e pregna di cultura. Voglio ringraziare gli organizzatori locali; la Marina Militare, nella persona dell'Ammiraglio di squadra Salvatore Vitiello; l'amministrazione comunale di Taranto, a cominciare dal sindaco Rinaldo Melucci e dall'assesore allo sport Giovanni Azzaro, la Regione Puglia e tutti coloro che hanno contribuito; perché il lavoro di squadra paga, anche nell'organizzazione degli eventi; a far sì che questa giornata possa restare negli occhi e nel cuore di tutti coloro che hanno partecipato. L'Aquathlon ed il Triathlon si sono innamorati di Taranto e noi siamo certi che si tratta di un amopre ricambiato".

Da parte sua, Vincenzo Di Gregorio, consigliere regionale della Puglia, dice che “con il Campionato Nazionale di Aquathlon e le gare giovanili svoltesi a Taranto si apre una stagione di grandi eventi sportivi di accompagnamento ai Giochi del Mediterraneo del 2026. Ringrazio la Federazione Italiana Triathlon e in particolare il presidente Riccardo Giubilei, per aver fortemente voluto che questa importante competizione si svolgesse a Taranto. Lo sport non solo forma ed educa giovani e adulti, ma è anche un'occasione per promuovere il nostro territorio. Questo campionato nazionale ha portato nella nostra città circa un migliaio di persone che hanno avuto la possibilità di conoscere Taranto. La Regione Puglia è sempre al fianco di chi organizza importanti eventi sportivi che hanno anche un rilevante impatto positivo sul territorio. Un apprezzamento, infine, all'Asd Triathlon Taranto e al presidente Michele Giannese, che insieme alla FITRI hanno reso possibile lo svolgimento di due giornate di grande sport e mi auguro che il Campionato nazionale di Aquathlon sia solo l'inizio di una lunga collaborazione con la FITRI per portare a Taranto altre prestigiose manifestazioni sportive”.


L'Ammiraglio di squadra Salvatore Vitiello, invece, dice che "io ho sposato questa manifestazione mettendo a disposizione quello che la Marina poteva in una città perl a quale il mare è importantissimo, ovvero il Castello Aragonese e il canale navigabile, in un contesto spettacolare. Questi eventi sono molto importanti per la città, perché la promuoveranno anche dal punto di vista turistico e potranno contribuire alla sua rinascita".


Soddisfatto per il buon esito della competizione il presidente dell'Asd Triathlon Taranto. “Il successo di partecipazione e l'apprezzamento degli atleti per l'organizzazione - dice Giannese - ci ripagano degli sforzi e dell'impegno profusi in questi mesi per preparare al meglio il Campionato nazionale. Ringrazio i miei amici e collaboratori, il Comune di Taranto, la Regione Puglia, la Marina Militare per il supporto fornito”.



Scroll to Top