VIRTUS FRANCAVILLA-TARANTO 3-0

Episodi dubbi per il signor Fiero, la sufficienza è stringata

La moviola di Virtus Francavilla-Taranto

Foto Luca Barone

   Christian Poliseno

21 Novembre 2022 - 10:00

Gara non perfetta quella del Signor Adalberto Fiero di Pistoia, chiamato ad arbitrare un derby pugliese tra Virtus Francavilla e Taranto pieno di azioni e soprattutto episodi. Partiamo però dalla gestione dei cartellini, non pienamente sufficiente. Tutti giusti quelli estratti, ma mancano forse un paio di cartellini nel secondo tempo.

Passiamo ora agli episodi. Partiamo però da una premessa, ovvero che le immagini della Nuovarredo Arena non sono eccezionali, e in alcuni casi non aiutano nemmeno a fare una moviola corretta, anche per colpa della pioggia. Minuto 29', il Francavilla passa in vantaggio da schema su calcio d'angolo: in rete va Miceli, ma il gol è annullato per un fallo precedente dello stesso numero 6 per essersi liberato da un avversario in maniera troppo vigorosa. Decisione che pare giusta, sebbene l'inquadratura non toglie tutti i dubbi.

Minuto 72': Guida entra in area e simula per avere un calcio di rigore. Nessuno tocca il tarantino, arbitro che in questo caso prende immediamente la decisione giusta, trovandosi anche in posizione perfetta. Simulazione e cartellino giallo.

Minuto 85': su un'azione insistita da parte del Francavilla, Fiero indica il dischetto dopo un presunto tocco di mano di Manetta su un tiro di Cisco. L'arbitro non è ben posizionato e l'assistente non lo aiuta, ma la verità è che, dalle immagini, non è possibile farsi un'idea chiara. Lo stesso Manetta dice di aver preso il pallone col petto, ma davvero questa volta non è possibile capire esattamente cosa sia accaduto.

Rimane quindi una sufficienza non piena, con riserva. Voto finale: 6-



Scroll to Top