TARANTO-VITERBESE 2-1

Loliva sugli scudi, Diaby decisivo

Le pagelle di Taranto-Viterbese

foto di Luca Barone

   Anthony Carrano

13 Novembre 2022 - 16:58

Loliva, 7: toglie da sotto l’incrocio dei pali con una bella parata nel primo tempo, la palla del possibile pareggio laziale su una punizione magistrale calciata da Volpicelli. Nel secondo tempo un suo stacco di reni salva il risultato e proietta il Taranto verso la vittoria.
Evangelisti, 6: il giovane rossoblù gioca una partita senza grossi affanni in maniera diligente.
Antonini, 7: suo il gol che porta in vantaggio il Taranto, difende bene per tutta la gara.
Manetta, 6: partita sufficiente del centrale ionico che non demerita di fronte all’esperto attacco ospite.
Ferrara, 5.5: ammonito ingiustamente per aver subito un calcio sugli sviluppi dell’azione che ha portato al mancato rigore per il Taranto. Rivedibile la sua posizione sul gol subito dalla Viterbese.
Mazza, 5.5: si accende a fasi alterne non riuscendo a fare la voce grossa in mezzo al campo. (Diaby, 7: entra e decide la partita con un gol che vale i tre punti. Dimostra nei pochi minuti giocati quanto sia fondamentale il suo apporto).
Labriola, 6.5: dai suoi piedi parte l’assist al bacio per il gol di Antonini. Si fa sentire in mezzo al campo, cerca di essere propositivo nella fase di costruzione di gioco.
Mastromonaco, 7: adattato ancora una volta come interno di centrocampo, non demerita dimostrando di poter essere una valida alternativa ai titolari di quel ruolo. Spostato sulla destra colleziona l'assist che porta la vittoria al Taranto.
Formiconi, 5: nel primo tempo si fa scappare per due volte le discese pericolose di Rodio, non si vede mai in fase offensiva. (G.Romano, 6: non demerita nei minuti giocati).
Guida, 5: tenta di sorprendere il portiere della Viterbese con un tiro pericoloso nel primo tempo, sparisce nella ripresa fino alla sostituzione. (La Monica, 6: entra col piglio giusto e cancella un suo errore iniziale in mezzo al campo con una buona prestazione)
Tommasini, 5: tocca solo un paio di palloni, troppo poco per essere quello che dovrebbe in teoria buttare la palla in rete. (Infantino, 6: gioca in condizioni fisiche precarie, viene premiata la sua buona volontà).

Capuano, 7: è la sua vittoria. Esce Formiconi per Gaston Romano, quest’ultimo spostato in mezzo al campo con Mastromonaco sulla fascia che ha fatto l’assist del gol vincente segnato da Diaby appena subentrato a Mazza.

Arbitro, sig. Daniele Virgilio di Trapani, 4.5: in posizione perfetta, non riesce a vedere incredibilmente un fallo netto in area di rigore su Ferrara ammonendo addirittura l’esterno rossoblù per simulazione.

Viterbese, 5.5: la squadra allenata da Filippi non ha fatto una brutta partita, poco invisiva sotto porta, complice l’assenza di bomber Marotta. Un plauso particolare va a Rodio, vera e propria spina del fianco della difesa rossoblù



Scroll to Top