TARANTO FC

Antonini: ''Siamo un gruppo unito''

Le dichiarazioni lasciate da Matias Antonini Lui durante la trasmissione ''Rossoblù''

foto di Luca Barone

   Redazione MRB.it

09 Novembre 2022 - 16:00

Ospite della trasmissione “Rossoblù” condotta da Gianni Sebastio, il difensore centrale del Taranto Matias Antonini Lui. Durante il corso della puntata, Antonini è tornato sulla gara persa in quel di Picerno: “E’ una sconfitta che fa male, potevamo fare molto meglio però siamo stati in partita per tutti i novanti minuti”. Sulla credibilità della classifica rossoblù il difensore brasiliano non ha dubbi:” Le classifiche si guardano alla fine, guardarla adesso serve a ben poco. Noi pensiamo a lavorare, ascoltare quello che ci dice il mister e cercare di vincere tutte le partite. Il nostro obiettivo è questo, poi alla fine dell’anno guarderemo la classifica e vedremo dove siamo arrivati. Secondo me ci mancano dei punti ma non per episodi arbitrari a sfavore ma perché potevamo portare più risultati utili a casa”. Sulla forza del gruppo Antonini risponde con fermezza: “Siamo un gruppo unito, nei momenti di difficoltà ci siamo sempre aiutati. Bello andare al campo a fare allenamento, siamo tutti ragazzi con voglia di emergere nel calcio e di fare bene con la maglia del Taranto. Vogliamo fare grandi cose, ci vorrà forse del tempo perché siamo un gruppo nuovo”. Il Taranto e gli infortuni, ecco le parole del centrale rossoblù sulle problematiche fisiche riscontrate dalla squadra allenata da Capuano:” Avere tanti infortuni condiziona perché alcuni calciatori non riesco ad avere la giusta continuità che serve a ogni giocatore, però chi gioca da sempre il massimo e lo abbiamo dimostrato sia nel bene che nel male. La nostra forza è proprio questa, chi va in campo da sempre tutto per il compagno”. Sulle sue prime partite giocate in riva allo ionio, Antonini traccia il bilancio: “Non sono partito benissimo nelle prime gare, poi con l’arrivo di mister Capuano come squadra abbiamo fatto tutti meglio, personalmente ho fatto delle buone partite ma posso e devo lavorare ancora tanto per migliorare di più”. Dodici dei tredici punti in casa e il mal di trasferta ancora persistente, ecco cosa ne pensa il centrale rossoblù: “Ci piace giocare in casa, abbiamo uno stadio bello. Credo che i punti in trasferta arriveranno, bisogna lavorare per cogliere i frutti più avanti”.



Scroll to Top