TARANTO FC

Taranto e gli infortunati, quante difficoltà

Una emergenza continua in costante crescita. E la strada per la salvezza diventa in salita

Foto Luca Barone

   Redazione MRB.it

09 Novembre 2022 - 14:30

La stagione era iniziata, in estate, con le dichiarazioni attente del Procuratore Generale della società, Vittorio Galigani, che in conferenza stampa aveva evidenziato come quest'anno le visite mediche ai nuovi acquisti sarebbero state più approfondite per evitare di ritrovarsi nelle spiacevoli condizioni di dover fare a meno di alcuni calciatori per diversi mesi.

E invece, complice la sfortuna, lo stato del terreno di gioco e altre variabili, il Taranto si ritrova a dover affrontare grandi difficoltà per mancanza di molti uomini della rosa. Addirittura domenica, contro il Picerno, gli assenti erano nove, tanto da costringere mister Capuano a portare in panchina ben quattro calciatori delle giovanili (Sakoa, che comunque aveva già esordito in prima squadra, il 2004 Caldiero e i 2005 Marini e Badji).

Lungodegenti: Provenzano e Diaby soprattutto. Ma anche Brandi e adesso Raicevic e Panattoni. L'ex Catania è stato uno dei pezzi forti del mercato estivo, ma è durato il tempo di una partita, mentre Diaby era atteso dopo il lunghissimo stop che lo ha tenuto fuori dal rettangolo verde per oltre un anno. Per lui un utilizzo a singhiozzi, solo 3 presenze intervallate da altri stop.

Brandi dopo la sfida contro l'Andria ha iniziato la sua lunga assenza, anche se nel suo ruolo il Taranto poteva contare, all'epoca, su altre pedine. Raicevic era stato chiamato per supportare Infantino e Tommasini, fino a diventare subito uno dei pochi centravanti di ruolo visto l'infortunio di quest'ultimo e la scarsa forma del lucano. Nel frattempo anche Panattoni ha dato forfait e si rischia di vederlo con l'anno nuovo, in pieno girone di ritorno.

Assenze importanti: ad inizio stagione ha marcato visita per un paio di gare anche capitan Ferrara, sostituito degnamente da De Maria. Quest'ultimo dopo la gara contro la Juve Stabia ha iniziato la sua assenza ed è tutt'ora indisponibile. Nel pacchetto arretrato si è aggiunto, prima di Picerno anche Vona: nonostante partiva sulla carta come rincalzo, era comunque un abile arruolato.

A centrocampo, invece, un forfait per Labriola (contro il Cerignola) e adesso è fuori anche Antonio Romano. Domenica scorsa a Picerno i tre interni di centrocampo titolari erano tutti under, e questo la dice lunga sull'emergenza in corso.

Tirando le somme, il Taranto ha avuto almeno sempre due calciatori indisponibili (in quattro occasioni), ed il numero è sensibilmente salito. In tre occasioni sono state quattro le pedine indisponibili per Capuano, fino ai 6 assenti contro Cerignola e Giugliano. Il top contro il Picerno, con ben nove assenti per infortunio. L'emergenza non è ancora finita e da qui alla pausa natalizia (tra 44 giorni) ci sono ancora otto partite da giocare.



Scroll to Top