SERIE A ASI

VCT, Coletta: ''Dobbiamo creare più occasioni e concretizzarle''

L'attaccante dei delfini commenta il momento della squadra in vista del match contro Barocco Argenti

"Non se l'aspettava nessuno, ma in realtà contando il fatto che non ci conosciamo bene si potevano anche prevedere questi problemi. Dobbiamo migliorare proprio conoscendoci con gli allenamenti, capire i movimenti che si fanno in campo e collegare i reparti, creare più occasioni e concretizzarle". Eugenio Coletta ha sintetizzato a così a MRB.it quello che è mancato alla Virtus Calcio Taranto nelle prime due uscite in Serie A ASI, in particolare nel match contro Life Bar, indicato come il rammarico maggiore: "Personalmente non ho avuto occasioni da gol, ho comunque dato il mio contributo nel crearle fornendo assist - ha detto l'attaccante dei delfini commentando la sua prestazione -. Aspiro a essere nei primi posti nella classifica cannonieri, ma contano di più la squadra e il portare a casa il risultato".

L'ex Piemme Grafica si definisce un attaccante da area di rigore, ma ha fatto vedere di poter svariare anche un po' più lontano dalla porta nella scorsa gara: "Notaristefano faceva praticamente la terza punta aggiunta, allora io ho deciso di fare un lavoro da rifinitore". E sul partner in attacco non si fa problemi: "Con Notorio mi posso trovare bene come lunedì scorso, perché abbiamo sì lo stesso istinto in area, ma anche caratteristiche specifiche diverse, essendo lui molto bravo di testa e io più scattante negli spazi in profondità, possiamo completarci. Comunque entrambi abbiamo lo stesso obiettivo e remiamo dalla parte della Virtus", ha sottolineato il tarantino classe '88.
I rossoblù a quota 1 punto in classifica sono alla ricerca della prima vittoria e questa sera alle 21:15 scenderanno in campo contro la Barocco Argenti, squadra contro cui arrivò il primo successo nello scorso campionato. "Dobbiamo seguire il nostro gioco e avere più soluzioni offensive, ma soprattutto servono i tre punti per dare e avere maggiore fiducia", è la ricetta del numero 90 per la partita in programma allo Iacovone B.
Ha citato il fattore fiducia per un semplice motivo, quello delle potenzialità della Virtus: "Sicuramente, dati i nomi in campo, non siamo una squadra da salvezza per cui dobbiamo dire la nostra e vedremo col tempo dove possiamo arrivare, spero in una media-alta classifica. Chi vincerà? È un po' presto per fare una previsione sulla vittoria del campionato, comunque in generale penso che se la possano giocare le 3-4 squadre che già conosciamo", ha concluso Coletta.



Scroll to Top