SERIE A ASI

VCT, Nardone: ''Vogliamo migliorare il piazzamento dell'anno scorso''

Il difensore e capitano dei delfini indica l'obiettivo per la nuova stagione a poche ore dalla sfida contro Life Bar

Una nuova Virtus Calcio Taranto per una nuova stagione ASI alla ricerca del riscatto dopo le delusioni di maggio e giugno. A presentare ai microfoni di MRB.it le prime differenze con il 2021/2022 partendo dalla rosa è Benedetto Nardone e il capitano dei delfini ha visto subito qualcosa di buono: "Sicuramente quest'anno abbiamo tanta scelta, praticamente due giocatori per ruolo, e questo è positivo perché nessuno ha il posto assicurato e la concorrenza aiuta a dare il meglio e a mettere in difficoltà il mister. Chiaramente abbiamo tanto da migliorare in tutti i reparti proprio perché ci sono nuovi innesti, in particolare in attacco. Una volta creata l'amalgama abbiamo possibilità di fare bene in questa stagione".

Il difensore rossoblù ha commentato brevemente il pareggio all'esordio nella Serie A ASI contro la Home 29 & Biagiotti: "Il risultato della prima partita non ci ha soddisfatto molto, ma siccome i tempi si sono accorciati non abbiamo potuto neanche fare un'amichevole. Speravamo comunque di fare i tre punti, ma va bene così e andiamo avanti", considerando anche il fatto che la Virtus è riuscita a rimontare due gol di svantaggio. Questa sera alle 21 l'attende il secondo impegno del posticipo contro Life Bar, neopromossa dalla B1, allo Iacovone B e ripartirà la caccia ai tre punti, ma in che posizione si piazzerà la squadra di mister Palumbo dovendo affrontare, come già lo scorso fine settimana, diverse compagini che si sono rafforzate fondendosi tra loro? "Come ogni anno il campionato è abbastanza equilibrato e battagliato, non dimentichiamoci che i verdetti più importanti della scorsa stagione sono stati decisi all'ultima giornata. Il nostro obiettivo comunque è migliorare il piazzamento dell''anno scorso. Personalmente penso che, mettendo a posto certi meccanismi specie in difesa, possiamo puntare anche ad arrivare tra le prime 8", ha detto fiducioso.
Non si possono però non tenere in considerazione le condizioni atletiche, climatiche e di stretta organizzazione per ciascun gruppo: "Ogni partita sarà difficile per tutti in questo inizio, infatti ci sono stati alcuni risultati inaspettati già alla prima giornata (6 pareggi, mai successo negli ultimi anni, ndr). Questo perché molte squadre magari come noi non hanno potuto prepararsi al meglio, senza fare tante amichevoli e provare gli schemi e le disposizioni in campo", ha sottolineato il tarantino classe '77.

A precisa domanda, l'esperto numero 15 ha indicato quattro elementi su cui la Virtus può puntare per raggiungere il suo obiettivo: "Senza togliere nulla agli altri, dico Leccardi e Aiello tra i 'vecchi' e Coletta e Amodio tra i 'nuovi'. Spero che sia di auspicio per una buona stagione", infatti l'ultimo citato è andato anche a segno, pur essendo un terzino sinistro.
Infine, confermando quanto detto nell'ultima intervista della scorsa stagione, Nardone ha specificato cosa significhi per lui guidare la squadra: "Darò in ogni caso il mio contributo e il supporto ai compagni, incitandoli o rimproverandoli, sempre a fin di bene per migliorare ed evitare di ripetere gli errori. Con o senza fascia di capitano al braccio", ha concluso.



Scroll to Top