Roma prima, Milan qualificato, Napoli ancora no
QUINTA GIORNATA | Vittorie in rimonta per giallorossi e rossoneri, gli azzurri pareggiano e ringraziano Ospina
Europa League Tutte le News
Calcio Tutte le News
Armando Torro | 3 Dicembre 2020 - 23:25
Tempo di lettura: 7 minuti e 14 secondi
Per Roma, Milan e Napoli le partite della quinta giornata di Europa League non potevano ammettere errori per i rispettivi obiettivi e il bilancio finale è stato più che positivo, considerato quello che è successo nei 90'.

Iniziamo dalla squadra più soddisfatta, cioè la Roma che alle 21 contro lo Young Boys non ha mai dato dubbi di non riuscire a completare la sua missione, il primo posto nel gruppo A. Anche se dopo tre parate di Von Ballmoos gli svizzeri sono andati a segno al primo tiro in porta con Nsame, la squadra di Fonseca ha continuato a macinare gioco e creare occasioni da gol, concretizzate finalmente a 1' dalla fine del primo tempo dal tap-in di testa di Borja Mayoral. L'allenatore portoghese ha comunque fatto turnover per far crescere di esperienza prospetti interessanti come il trequartista 18enne Calafiori, romano e romanista nonché prodotto del vivaio, ed è stato ripagato da una buonissima prestazione e soprattutto da un sinistro fulminante all'incrocio dei pali per il 2-1. La ciliegina sulla torta è stata messa dalla girata di Dzeko, alla Dzeko, per il tris giallorosso a 10' dal triplice fischio, che ha innervosito i gialloneri: in particolare il guineano Mohamed Ali che in un'azione innocua a ridosso del fallo laterale ha reagito con un pugno allo sterno di Mkhitaryan stendendo l'armeno, come se fosse Cassius Clay (cioè Muhammad Ali).
Nervosismo finale a parte, la Roma potrà permettersi di far riposare tutti i titolari a Sofia tra una settimana o dare minutaggio ai rientranti Kumbulla, Fazio e Smalling. Lo Young Boys, invece, si giocherà la qualificazione a Berna contro il Cluj avendo comunque a disposizione due risultati su tre, perché i rumeni non sono andati oltre lo 0-0 ospitando il CSKA.

Inizio molto meno incoraggiante, se non proprio da incubo, per il Milan a San Siro contro un Celtic già matematicamente fuori dai giochi per la qualificazione. Eppure i campioni di Scozia hanno approfittato della mollezza sulla trequarti rossonera (in particolare di Krunic) per portarsi sul 2-0 in meno di un quarto d'ora in cui Kjaer ha anche subito un infortunio muscolare. Apprezzabile il raddoppio biancoverde di Edouard che ha superato Donnarumma con un morbido pallonetto, di fatto umiliando il portiere del Milan come 5 anni e mezzo fa, quando il 16 maggio 2015 ai quarti di finale degli Europei Under 17 il francese realizzò una doppietta di tacco nel 3-0 sugli azzurrini.
Ancora più apprezzabile il modo in cui la squadra di Pioli, rientrato in panchina, ha ripreso le redini del match, riaperto da una gran punizione di Çalhanoğlu a metà primo tempo e dal guizzo di Castillejo 2' più tardi. Lo spagnolo è stato uno dei migliori, ma un gradino sotto ad Hauge che ha slalomeggiato in mezzo a tre difensori scozzesi e piazzato col destro, pur essendo mancino, il pallone all'angolino basso. Donnarumma si è riscattato salvando il 3-2 sulla punizione di Christie e ancora una serpentina di Hauge ha portato al poker sicurezza di Díaz su assist ancora di destro del norvegese.
Alla fine il Milan ha potuto esultare non solo perché per la prima volta nella sua storia europea è riuscito a vincere una partita ribaltando uno 0-2, ma soprattutto perché contemporaneamente alle 18:55 anche l'altro match del gruppo H è finito con una vittoria in rimonta della squadra di casa: il Lille si è ritrovato sotto 1-0 contro lo Sparta Praga pur essendo in superiorità numerica e il contemporaneo ingresso di Weah jr e Yilmaz ha permesso ai francesi di ribaltarla: doppietta del turco (primo gol proprio su assist del figlio dell'ex rossonero e attuale Presidente della Liberia) e qualificazione centrata anche per la squadra di Galtier, sempre prima a +1 sul Milan. Che dovrà decidere se andare a Praga facendo un turnover più ampio o giocare coi titolari per vincere e tentare l'assalto al primo posto, sperando in un aiuto del Celtic.

La situazione di classifica è più complicata per il Napoli, che è sì sempre in testa al gruppo F, ma non ancora qualificato. Colpa, e allo stesso tempo merito, del pareggio ad Alkmaar contro l'AZ: Mertens ha sbloccato il match dopo 6', ma a poco a poco gli olandesi hanno preso campo e spaventato Ospina fino al gol del pareggio di Martins Indi su tiro-cross di Koopmeiners a inizio ripresa. Altri 5' di spaesamento per gli azzurri ed è arrivato il rigore che lo stesso Koopmeiners ha scelto di tirare al solito modo, cioè col suo sinistro a incrociare. Ma è stato strepitoso Ospina a respingere il tiro dagli undici metri e conservare il risultato evitando il sorpasso in classifica degli olandesi. Nel finale il Napoli ha anche sfiorato la vittoria con Petagna che per ben due volte è andato a pochi centimetri dal 2-1, che avrebbe significato qualificazione e primo posto matematico.
Perché a sorpresa il Rijeka ha messo in gran difficoltà la Real Sociedad in terra basca, andando due volte in vantaggio e resistendo agli ultimi assalti della capolista della Liga dopo il 2-2 di Monreal. In questo modo i distacchi sono rimasti gli stessi e agli azzurri basterà comunque non perdere in casa proprio contro la Real Sociedad per andare ai sedicesimi, ma purtroppo una vittoria dell'AZ a Fiume giovedì prossimo significherebbe secondo posto per gli uomini di Gattuso, in svantaggio negli scontri diretti.

Negli altri gironi tutto facile per l'Arsenal, il Braga e il Benfica, mentre Bayer Leverkusen, Villarreal e Rangers hanno faticato per battere rispettivamente Nizza, Sivasspor e Standard Liegi. Ma i risultati più clamorosi, oltre all'ininfluente per la qualificazione sconfitta del Leicester fuori casa contro lo Zorya, sono arrivati dal gruppo J, in cui il Tottenham di Mourinho si è fatto raggiungere al 93' sul 3-3 dal LASK e contemporaneamente l'Anversa ha superato 3-1 il Ludogorets portandosi in testa alla classifica e già ai sedicesimi. Mentre l'Hoffenheim ha legittimato con uno 0-0 contro la Stella Rossa il primo posto nel gruppo L e la Dinamo Zagabria ha mantenuto la porta inviolata col 2-0 in trasferta contro il Feyenoord

GRUPPO A
Cluj-CSKA Sofia 0-0
Roma-Young Boys 3-1
Nsame 34' (Y); Mayoral 44', Calafiori 59', Dzeko 81' (R)

GRUPPO B
Arsenal-R.Vienna 4-1
Lacazette 10', Marí 18', Nketiah 44' (A); Kitagawa 47' (V); Smith Rowe 66' (A)
Molde-Dundalk 3-1
Ekrem 30', Omoijuanfo 41', Ellingsen 67' (M); Flores 94' (D)

GRUPPO C
Nizza-Bayer Leverkusen 2-3
Diaby 22' (L); Kamara 26' (N); Dragovic 32' (L); Ndoye 46' (N); Baumgartlinger 51' (L)
Sl. Praga-Hapoel Be'er Sheva 3-0
Sima 31', Stanciu 36', Twito 85'

GRUPPO D
Rangers-St. Liegi 3-2
Lestienne 6' (L); Goldson 39' (R); Cop 40' (L); Tavernier r 45', Arfield 63'
Benfica-Lech Poznan 4-0
Vertonghen 36', Núñez 57', Pizzi 58', Weigl 89'

GRUPPO E
Granada-Psv 0-1
Malen 38'
O.Nicosia-PAOK 2-1
Kakoullis 9' (N); Tzolis 39' (P); Gómez r 84'

GRUPPO F
AZ Alkmaar-Napoli 1-1
Mertens 6' (N); Martins Indi 53' (A)
Real Sociedad-Rijeka 2-2
Velkovski 37' (R); Bautista 69' (RS); Loncar 73' (R); Monreal 79' (RS)

GRUPPO G
AEK-Braga 2-4
Tormena 7', Esgaio 9' (B); Oliveira 31' (A); Horta 45', Galeno 82' (B); Vasilantonopoulos 89' (A)
Zorya-Leicester 1-0
Sayyadmanesh 84'

GRUPPO H
Milan-Celtic 4-2
Rogic 7', Edouard 14' (C); Çalhanoğlu 24', Castillejo 26', Hauge 50', Díaz 82' (M)
Lille-Sp. Praga 2-1
Krejci II 71' (P); Yilmaz 80',84' (L)

GRUPPO I
Qarabag-Maccabi T.A. 1-1
Cohen 22' (M); Romero 37' (Q)
Sivasspor-Villarreal 0-1
Chukwueze 75'

GRUPPO J
LASK-Tottenham 3-3
Michorl 42' (L); Bale r 47'pt, Son 56' (T); Eggestein 84' (L); Alli r 86' (T); Karamoko 93' (L)
R.Anversa-Ludogorets 3-1
Hongla 19' (A); Despodov 53' (L); De Laet 72', Benson 87' (A)

GRUPPO K
CSKA Mosca-Wolfsberger 0-1
Vizinger 22'
Feyenoord-Dinamo Zagabria 0-2
Petkovic r 50'pt, Majer 52'

GRUPPO L
Stella Rossa-Hoffenheim 0-0
Gent-Sl. Liberec 1-2
Mara 32', Kacharaba 55' (L); Yaremchuk 59' (G)

GRUPPO A
Roma 13
Young Boys 7
Cluj 5
CSKA Sofia 2

GRUPPO B
Arsenal 15
Molde 9
R.Vienna 6
Dundalk 0

GRUPPO C
Sl. Praga 12
Bayer Leverkusen 12
Nizza 3
Hapoel Be'er Sheva 3

GRUPPO D
Rangers 11*
Benfica 11
Lech Poznan 3
St. Liegi 3

GRUPPO E
Granada 10
Psv 9
PAOK 5
O. Nicosia 4

GRUPPO F
Napoli 10
Real Sociedad 8*
AZ Alkmaar 8
Rijeka 1

GRUPPO G
Leicester 10*
Braga 10
Zorya 6
AEK 3

GRUPPO H
Lille 11
Milan 10
Sp. Praga 6
Celtic 1

GRUPPO I
Villarreal 13
Maccabi T.A. 8
Sivasspor 6
Qarabag 1

GRUPPO J
R.Anversa 12
Tottenham 10
LASK 7
Ludogorets 0

GRUPPO K
Dinamo Zagabria 11
Wolfsberger 7
Feyenoord 5
CSKA Mosca 3

GRUPPO L
Hoffenheim 13
Stella Rossa 10
Sl. Liberec 6
Gent 0 

* avanti per gli scontri diretti

MRB.it Tag:
uefa
europa league
quinta giornata
roma
milan
napoli
young boys
az alkmaar
celtic
hauge
ospina
weah
calafiori