Le nuove regole del gioco del calcio
CALCIO | Le modifiche approvate dall'IFAB per la nuova stagione
Altre di Calcio Tutte le News
Calcio Tutte le News
foto Luca Barone
Angelica Grippa | 27 Agosto 2019 - 08:55
E’ appena iniziata la nuova stagione calcistica 2019/20  per il professionismo, mentre aspettiamo la data 1 settembre per l’esordio del campionato dilettantistico. L’international Board FIFA ha approvato le modifiche al regolamento del gioco del calcio per la nuova stagione. A questo punto risulta fondamentale conoscere queste modifiche:

Sostituzioni: l’arbitro obbligherà il calciatore ad uscire dal campo dal punto più vicino in cui si trova. Obiettivo: velocizzare la sostituzione evitando lunghe passeggiate in campo o passerelle.

Allenatori: per il nuovo regolamento anche i tecnici saranno destinatari di cartellini gialli e rossi, ma la vera novità consiste nella loro responsabilità per il comportamento degli altri componenti della panchina. Se l’arbitro non riuscirà ad individuare il responsabile della cattiva condotta a pagarne le spese sarà il mister, saranno inoltre noti gli avvertimenti all’indirizzo dell’allenatore prima dell’espulsione.

Barriera: gli attaccanti della squadra avversaria dovranno rimanere ad almeno un metro dalla barriera, davanti dietro o di lato, ma sempre ad una distanza minima di 1 metro.

Rinvio del portiere: non è più necessario che il pallone esca dall’area di rigore, ma la palla diventa immediatamente giocabile. Con la precedente regola, al difensore in difficoltà era permesso entrare in area toccare il pallone prime che uscisse, per un nuovo rinvio da parte del portiere. Si assiste in questa stagione ad un ampliamento dell'area pressing, che potrà anche avvenire all’interno dei 16 metri. In questo modo il portiere potrà passarla ad un suo compagno senza essere costretto ad un rinvio lungo o fuori dai 16 metri.

Rigori: al momento della battuta il portiere potrà tenere un solo piede oltre la linea, prima invece poteva teneri entrambi i piedi sulla linea al momento del tiro.

Water break e cooling break: durante il primo sarà possibile disettarsi, ma durerà massimo un minuto; il cooling break potrà durare dai 90 ai 180 secondi con lo scopo di rinfrescarsi, i secondi verranno poi recuperati.

Arbitro colpito: se fino alla precedente stagione la palla che toccava l’arbitro non aveva importanza, adesso cambia tutto. Una volta toccato il direttore di gara verrà sempre interrotto il gioco, e riprenderà con una rimessa in gioco dell’arbitro, oppure passerà al portiere se il tocco è avvenuto nell’area di rigore.

Fallo di mano: da sempre al centro delle polemiche arbitrali, anche qui abbiamo delle novità. Verranno annullati tutti i gol di mano, anche se l'azione verrà considerata involontaria. Il fallo verrà fischiato ad ogni posizione involontaria o innaturale del braccio, l’unica eccezione si ha quando il giocatore si colpisce il bracco calciando lui stesso il pallone. In scivolata: se scivolando tocca la palla con mano o braccio,  e si ha il braccio d’appoggio attaccato al corpo, il fallo non sarà fischiato; se il braccio d’appoggio sarà lontano allora si che verrà fischiato. In ogni caso sarà considerato fallo quando il braccio è lontano dal corpo.

Giallo ritardato: si parla di ‘vantaggio sorpresa’ quando al momento del fallo tattico la squadra attaccante batte subito la punizione, e l’arbitro potrà mostrare il giallo solo a fine azione.
MRB.it Tag:
arbitro
international board fifa
fifa
calcio