Ci siamo, domani iniziano gli Europei Under 21: tutto quello che c'è da sapere
EUROPEI U21 | Gli Azzurrini in un girone non semplice, ma giocano in casa
Altre di Calcio Tutte le News
Calcio Tutte le News
Il logo ufficiale della manifestazione
Emiliano Fraccica | 15 Giugno 2019 - 16:56
L'attesa è stata tanta, anche se a consolarci c'è stata l'Under 20 di mister Nicolato e c'è ancora una strepitosa Italia Femminile che sta stupendo tutti ai Mondiali di Francia. Da domani un'altra Italia comincia l'avventura continentale degli Europei, parliamo dell'Under 21 di Luigi Di Biagio

Quest'anno la speciale rassegna avrà luogo in Italia e San Marino, e durerà sino al 30 giugno. Si giocherà in sei città: a Bologna, Cesena, Reggio Emilia, Trieste, Serravalle (RSM), e Udine, quest'ultima scelta come teatro della finalissima. 

La formula è quella usata anche nel precedente Europeo in Polonia: 3 gironi, 12 squadre, le prime di ogni girone e la migliore seconda accedono alle semifinali. 

L'occasione è ghiottissima per gli Azzurrini: davanti al loro pubblico dovranno dare il massimo, e la rosa è potenzialmente molto forte e ben messa in campo. Ricordiamo che i 23 convocati sono: (P), Audero, Meret, Montipò; (D), Adjapong, Bastoni, Bonifazi, Calabresi, Dimarco, Mancini, Pezzella, Romagna; (C) Barella, Locatelli, Mandragora, Murgia, Pellegrini, Tonali, Zaniolo; (A) Bonazzoli, Chiesa, Cutrone, Kean, Orsolini

La nostra nazionale è inserita nel Girone A, non semplice, con Belgio, Polonia e Spagna. Potremo vederla all'opera domani alle ore 21 contro la Spagna (Bologna), mercoledì 19 alle 21 contro la Polonia (sempre a Bologna), e sabato 22 alle 21 contro il Belgio (Reggio Emilia).

L'insidia più grande nel nostro raggruppamento è rappresentata dalla Spagna: giocatori del calibro di Dani Ceballos, Fabian Ruiz, Carlos Soler e Borja Mayoral potrebbero impensierire i nostri. 

Il Girone B sembra agevole per i campioni in carica della Germania (occhio a Heinrichs e Dahoud), che si scontreranno con Austria, Danimarca (dove milita il sampdoriano Andersen), e Serbia (attenzione al gioiellino Jovic, appena accasatosi al Real Madrid). 

Nel Girone C ritroveremo l'atavica sfida tra Francia (segnatevi i nomi di Upamecano, Dagba, Aouar e Guendouzi) e Inghilterra (priva della stellina Sancho ma in grado di schierare Foden, Maddison e Solanke). In più ci saranno la Croazia e la Romania, dove vedremo un "improprio" derby Inter-Milan fra Radu e Halilovic (entrambi sono però in prestito lontano dalla Madonnina).  

L'Italia è la nazionale con più vittorie all'Europeo U21 (ben 5), e fare bene quest'anno è quasi un dovere, sia per la bontà dell'organico, sia per dare prova di un rinnovamento del calcio italiano tout court iniziato dopo la sciagurata parentesi Ventura. Un in bocca al lupo ai nostri Azzurrini!  
MRB.it Tag:
italia
europeo