Il dg Fedele, 'Vogliamo riscattarci, far bene a tutti i costi'
AEL GROTTAGLIE | Il dirigente fa il bilancio della prima parte di campionato
  • Comunicato Stampa
  • 30 Dicembre 2018 - 16:47
 
Franco Fedele - foto arsetlaborgrottagliecalcio.it
Si chiude l'anno 2018, per l'Ars Et Labor è tempo di tracciare un bilancio del primo scorcio di campionato, ma anche un' attenta analisi degli ultimi due anni di gestione positiva guidata dal presidente Carmelo La Volpe. Il dg Franco Fedele, da anni tra i massimi dirigenti dei biancoazzurri, attacca cosi: "Il percorso tracciato finora è in perfetta linea con le aspettative societarie. La squadra è cinica, umile, concreta, matura e sicura dei propri mezzi rispetto al passato con quella concentrazione necessaria per affrontare sempre al top anche le partite che apparentemente sembrano più facili, quindi il bilancio di questa prima fase del campionato è sicuramente positivo".

Cambio tecnico: "Massimo Marinelli è un tecnico esperto e preparato: ha svolto un ottimo lavoro partendo da zero e raggiugendo buoni risultati con una squadra totalmente nuova. Ha praticato un calcio spumeggiante e bello da vedere anche se spesso non in sintonia con la categoria più operaia e fisica. Sicuramente il fatto di non aver raggiunto la promozione la scorsa stagione e dopo aver avuto qualche battuta d'arresto quest'anno hanno indotto la società a cambiare la rotta verso la nuova conduzione tecnica che è stata affidata a Pierluigi Orlandini, il quale si è perfettamente inserito nel contesto e sta facendo bene".

Scelte coraggiose: "In questo momento storico vorrei sottolineare la stabilità della società che dopo aver avuto il coraggio di cambiare l'allenatore è intervenuta di prepotenza anche sul mercato di dicembre con l'acquisto di giocatori di buona caratura che vanno ad infoltire una rosa già competitiva. Credo che questo sia un chiaro segnale che vogliamo fare bene a tutti i costi".

Presidentissimo: "Senza dubbio la rinascita del calcio a Grottaglie è da attribuire al nostro presidente Carmelo La Volpe. Senza il suo intervento l'Ars et Labor Grottaglie sarebbe scomparsa definitivamente. Suo il merito di aver riportato la gente allo stadio e ridato dignità al calcio grottagliese. Dopo quasi due anni di gestione i tesserati sono circa 200. La prima squadra attualmente è in testa alla classifica. Il settore giovanile, serbatoio della società, è composto da tre squadre che militano nel campionato regionale (U19 – U17 – U15), una squadra nel campionato provinciale (U15) e la scuola calcio composta dai piccoli aspiranti calciatori. Quindi credo che la sua gestione in questi anni sia più che positiva e sono sicuro che attualmente nessun altro potrebbe fare meglio di lui".

Duello con il Castellaneta: "Ho molto rispetto per gli amici valentiani che stanno facendo un ottimo campionato, ma credo che il nostro avversario più temibile siamo noi stessi. Dobbiamo solo rimanere concentrati e continuare la nostra marcia senza pensare a nessuno, poi alla fine che vinca il migliore".

I tifosi: "I nostri tifosi sono il dodicesimo giocatore in campo sia in casa che in trasferta, a prescindere dalle condizioni meteorologiche. A loro il ringraziamento incondizionato da parte della società, grazie. Colgo l'occasione per fare gli auguri di buon anno a tutti".
MRB.it Tag:
ael grottaglie
franco fedele
prima categoria