CJ BASKET TARANTO

CJ Taranto, lo sfogo di Roberto Conversano: ''Taranto non ci merita''

Il vicepresidente deluso dalla risposta del tessuto socioeconomico del territorio

foto Aurelio Castellaneta

   Comunicato Stampa

28 Febbraio 2024 - 18:30

Tempo di lettura: 2 minuti

"Taranto non merita il basket, non il nostro basket targato CJ". Inizia così lo sfogo del vicepresidente del CJ Basket Taranto, Roberto Conversano. "Mi riferisco alla classe imprenditoriale in special modo – puntualizza e prosegue nell'intervista a Radio Cittadella, il massimo dirigente della squadra tarantina che non sta attraversando un momento facile – gli imprenditori non sono attenti alle sorti dello sport del territorio, e mi permetto dire anche i cittadini che disertano stadi e palazzetti. Per come sta andando il Taranto nel calcio lo stadio Iacovone dovrebbe essere sempre pieno ed invece noto che ci sono molte più persone dietro a una tastiera che sugli spalti. Se ci diamo una mossa tutti la città può emergere nel calcio, nel basket, nel volley e negli altri sport. Non vedo attenzione nemmeno da parte delle tv locali, tanto per fare un altro esempio, si parla solo di calcio. Devo ringrazio l'amministrazione comunale per questa ultima decisione di stanziare un plafond da 300mila euro circa per la promozione e l'incentivazione della pratica sportiva che è un obiettivo che il CJ Taranto si propone da sempre anche attraverso i tanti incontri nella scuole che anche in questi giorni la nostra dirigente Ylenia Gallo con alcuni giocatori, in collaborazione con la Virtus Taranto, sta portando avanti da inizio stagione. Sono tanti piccoli segnali ma in generale molto molto poco".

Ospite della trasmissione Onda Rossoblu, il vicepresidente Conversano ha fatto anche una fotografia amara del momento della società non escludendo decisioni dolorose in futuro: "Stiamo facendo tante riflessioni, dal punto di vista tecnico è stata una stagione che si è messa male fin dall'inizio: tanti infortuni, tante partite perse per uno o due punti all'ultimo canestro, ma do atto alla squadra che sta lottando sempre, anche con le rotazioni ridotte all'osso, anche a Roseto abbiamo perso a testa alta, tutti stanno sudando la canotta, e gli avversari anche se vogliono batterci. Dal punto di vista economico stiamo cercando tante soluzioni, siamo partiti con l'handicap, appena avuta la bella notizia del ripescaggio, di un paio di grossi sponsor che sono venuti meno, la suddivisione della federazione di dividere i gironi tra est e ovest non ci ha facilitato con trasferte lunghissime e molto costose. e non escludiamo nulla, nemmeno l'andare via da Taranto se le cose non dovessero cambiare, chissà qualcuno poi potrebbe rimpiangerci un giorno..."

Resta sempre aggiornato!

Invia un messaggio WhatsApp al 380 762 9286 con scritto "Iscrivimi"
Seguici sul nostro canale WhatsApp (Clicca qui)
Seguici su Telegram (https://t.me/MRB_it)


NETWORK

Scroll to Top