SERIE A ASI

VCT, Silletti: ''Mi ha convinto il progetto della Virtus''

L'esperto centrocampista, nuovo acquisto dei delfini, si presenta: ''In ogni gruppo ci vuole il giusto mix''

Sta per ripartire il campionato di Serie A ASI e la Virtus Calcio Taranto è pronta a recitare un ruolo da protagonista. La squadra allenata da David Palumbo è reduce dalla delusione nella Lega Dilettantistica, ma al contempo sa di poter ripartire da diversi punti di forza, tra cui il capocannoniere del torneo estivo, l'esperto attaccante e capitano Fabio Notorio.
A proposito di esperienza, i delfini hanno un po' alzato l'età media della rosa rispetto alla scorsa stagione con l'arrivo di alcuni innesti importanti, tra cui Marco Silletti.
Ai microfoni di MRB.it il centrocampista che ha militato negli ultimi tre anni per la Ardita Due Mari ha raccontato le sensazioni dei suoi primi giorni in gruppo: "Nelle scorse settimane sono stato contattato da due membri della Virtus e questo è stato il progetto che più mi ha convinto, soprattutto per le persone che già conoscevo".

Per preparare il nuovo anno e testare l'affiatamento della squadra, mister Palumbo ha disposto diversi allenamenti e un paio di partitelle: "Abbiamo fatto un'amichevole il 25 agosto contro Caffè del Regno (la ex Ricci FC, ndr) e mi sono ritrovato con quattro ragazzi con cui avevo già giocato insieme, più altri due che avevo affrontato negli anni scorsi. I più giovani non li conoscevo, ma in campo mi sono sembrati in gamba - ha detto Silletti -. Certo, una partita non è sufficiente per giudicare e fare paragoni col passato. Posso dire che quello dell'Ardita era un bel gruppo e penso che questo lo possa diventare tranquillamente".
Magari un vantaggio per la Virtus è proprio quello di avere un gruppo più eterogeneo dal punto di vista anagrafico: "In qualsiasi squadra ci vuole il giusto mix tra giovani, che hanno dalla loro la forza e la resistenza fisica, e meno giovani, che solitamente sono quelli con più esperienza. Bisognerebbe fare come fa oggi il Milan, che è un esempio", ha ricordato il 39enne tarantino che ha svelato chi in particolare lo ha convinto a vestire la maglia dei delfini: "Vito Bruno conosce bene questo torneo e le dinamiche dei gruppi, mi sono fidato di lui perché sa quello che dice".

Pensando all'immediato futuro, sabato alle 14:30 i ragazzi di mister Palumbo affronteranno al comunale di Fragagnano la Barocco Argenti, avversario da tenere d'occhio secondo Silletti: "Conosco diversi giocatori di questa squadra e so che possono darci fastidio in campo, soprattutto perché loro giocano da tanto tempo insieme e sono affiatati. E poi difficilmente ci sono partite facili in Serie A, questo torneo è diventato di livello alto, specie con l'inserimento nelle varie squadre di ragazzi ex tesserati Figc che avevano giocato dalla Promozione in giù".
Quanto alle scelte in campo nel corso del campionato, il centrocampista è fiducioso: "Mi impegno sempre per conquistarmi il posto e in ogni gruppo serve che ci sia un buon mix tra competizione interna e tranquillità data ai giocatori. Se la prima è in dosi eccessive si possono creare gelosie nello spogliatoio. In ogni caso, io sono costante e cerco di farmi trovare pronto e disponibile a giocare sempre. Se la partita si gioca di sabato non ci sono problemi, se invece viene programmata in altri giorni cerco di farmi trovare libero cambiando i turni al lavoro"


Scroll to Top