LEGA DILETTANTISTICA ASI

VCT, Fagotti: ''La delusione è tanta, in campo eravamo superiori''

Il portiere commenta il pareggio contro la Biagiotti Friends e l'esclusione matematica dai playoff

La Virtus Calcio Taranto non accederà ai playoff di Lega Dilettantistica: la matematica e amara certezza è arrivata con il pareggio per 3-3 contro la Biagiotti Friends. La partita ha ricalcato il leitmotiv del torneo per i ragazzi di mister David Palumbo, ovvero buona padronanza del pallone e occasioni da gol create ma non sfruttate pienamente, oltre a sfortuna negli episodi e decisioni arbitrali sbagliate.
Ne sa qualcosa Manuel Fagotti, che ha fatto quel che ha potuto sull'1-0 degli avversari nato da un fuorigioco, e ha respinto le altre poche conclusioni arrivate, mentre sui gol è stato incolpevole: "La delusione è tanta, soprattutto per quanto abbiamo costruito. Abbiamo fatto la nostra partita e, a prescindere dagli episodi arbitrali, forse è mancata la cattiveria sotto porta. In situazioni normali avremmo vinto tranquillamente perché in campo si è visto che eravamo superiori e abbiamo giocato in modo corale, le loro occasioni invece sono state casuali, nulla di costruito", ha commentato a freddo il portiere dei delfini.

Ma una spiegazione forse c'è secondo il tarantino classe 2001: "Ci siamo un po' demoralizzati per alcune decisioni e gli avversari si sono fatti sentire, giocando in modo molto deciso. Hanno avuto molto più agonismo, al limite del regolamento, non togliendo mai la gamba nei contrasti. Anche contro l'Atletico Statte - ha ricordato - avremmo meritato la vittoria. Forse quel pareggio ci ha spenti, invece il gol dell'1-0 lunedì ci ha svegliati".

Le recriminazioni non mancano, solo che per la Virtus non si può guardare troppo indietro e Fagotti è determinato: "In generale ha influito una forma fisica non ottimale a inizio torneo che ha portato a qualche punto perso di troppo. Adesso testa all'ultima partita, vogliamo vincere per far capire il nostro valore, saremmo stati tranquillamente nelle prime 4 posizioni in classifica", è la promessa dell'estremo difensore.

Lui gioca in Eccellenza col Manduria Sport, sa bene cosa significhi interrompere un campionato per poi riprendere diversi mesi dopo e ha accettato con entusiasmo la sfida indossando la maglia dei delfini. Fagotti è uno degli ultimi arrivati nel gruppo, è stato tesserato a maggio per il torneo ASI e l'esperienza lo ha segnato positivamente, tanto da considerare seriamente l'ipotesi del doppio impegno: "Non abbandonerò il campionato Figc, ma devo dire che grazie alla Virtus e al mister sono cresciuto e voglio continuare a giocare con questa squadra. Certamente avrei potuto iniziare meglio, poi ho preso fiducia e penso che lo abbiano visto anche i miei compagni, soprattutto quelli del reparto arretrato. In queste settimane dovrò rimettermi al meglio della forma fisica e a settembre si vedrà", ha concluso.


Scroll to Top