Marzo: 'C'è voglia e determinazione da parte di tutti'
JUNIOR TARANTO | Parla il tecnico della Junior Taranto Luigi Marzo
Calcio Giovanile Tutte le News
Calcio Tutte le News
Comunicato Stampa | 18 Settembre 2019 - 00:13
La preparazione degli Esordienti della Junior Taranto prosegue al meglio come conferma il tecnico Luigi Marzo: “L’umore è buono e anche noi allenatori ci stiamo mettendo passione e tanta voglia spronando i ragazzi. Sicuramente, il caldo si sente e i nostri atleti, dopo i primi tre quarti d’ora d’allenamento spesso ne risentono. Le previsioni sono buone anche perché la maggior parte del gruppo è insieme da tanto. C’è voglia e determinazione da parte di tutti”.

MARSICO: “Con Gianni, a parte l’amicizia, sul campo siamo insieme da anni e viaggiamo sempre sulla stessa lunghezza d’onda. Le scelte, maggiormente, sono le sue visto che questo gruppo è con lui da tanto. Per quanto mi riguarda voglio crescere anche perché in questo ambito bisogna essere curiosi e avere tanta voglia da trasmettere ai giovani atleti”.

L’UDINESE: “Il ricevere visite dai tecnici dell’Udinese, dato che siamo affiliati, è una grande fortuna. E’ una collaborazione importante e concreta. L’anno scorso, addirittura, andammo a Udine per studiare le loro metodologie: il tecnico Cuomo ci spiega sempre tutto al meglio. E’ un affiliazione concreta: non abbiamo soltanto lo stemma sulla maglia...”.

I CAMPIONATI: “Ne disputeremo almeno tre per permettere ad ogni fascia d’età di giocare. Anche quest’anno ci sarà da divertirsi. Pochi giorni fa gli Esordienti sono stati protagonisti in Trentino ben figurando con squadre professionistiche come l’Atalanta (pareggio per 1-1). Già l’anno scorso, sotto età, si andarono bene. I loro sorrisi e le loro gioie hanno fatto la differenza: questo risultato è stata una bella iniezione di fiducia”.

MESSAGGIO: “Tutti dovrebbero capire l’importanza dello sport e non pensare al figlio come un campione. Il mio consiglio verso le famiglie è quello di far divertire tutti i bambini senza stargli con il fiato sul collo. Così possono acquisire maggiore fiducia. A dare pressioni ci sono già la scuola e il catechismo”.
MRB.it Tag:
junior taranto
calcio