VERSO TARANTO-AVELLINO

Capuano: ''Avellino? Squadra fortissima ma ci siamo preparati bene. Vogliamo fare punti''

Le parole del tecnico rossoblù in vista di Taranto-Avellino

Ezio Capuano - foto Luca Barone

   Redazione MRB.it

24 Marzo 2023 - 13:45

Tempo di lettura: 4 minuti

Sabato pomeriggio il Taranto sarà impegnato in casa contro l'Avellino, ecco cosa ha dichiarato mister Ezio Capuano alla vigilia dell'incontro:

"L'ultima partita è stata intensa, bella e difficile. Poi il calcio è emozioni e siamo riusciti a vincere un derby all'88', dove abbiamo cercato il gol per tutta la gara e venivamo da un periodo di sofferenza. La nostra forza è stata quella di isolarci, di non farci traportare e rimanere fermi sui nostri principi. Se siamo rimasti in vita è grazie al principio che abbiamo avuto fin dal primo giorno, cioè quello della compattezza. Ci sono state partite dove abbiamo creato poco, altre in cui abbiamo creato 3/4 palle gol non riuscendo a capitalizzare e andando poi in sofferenza. Ma la partita di domenica è stata una delle gare più difficili che difficilmente andrà nel dimenticatoio. E' stata una vittoria che ha permesso di rimpinguare la classifica e che ci fa stare leggermente più tranquilli. Ma non abbiamo fatto ancora nulla, ci sono ancora 5 partite da giocare".

"Ora dobbiamo far punti, iniziando dalla gara di sabato contro l'Avellino" - ha aggiunto il tecnico - "è una squadra che onestamente tutti si aspettavano che facesse un altro tipo di campionato. Conosciamo il valore della rosa, è fortissima. Poi in quella città ho lasciato un ricordo bellissimo, come mi è già successo in altre parti. Non c'era una società, ho preso la squadra in una situazione di classifica drammatica e ho conquistato i play-off uscendo solo contro la Ternana non perdendo neanche una partita. Oggi ho una missione. Quando sono tornato a Taranto non ho guardato né la posizione di classifica e né il valore della squadra, perché volevo tornare qui a tutti i costi. E' stato un percorso difficile, ora siamo quasi al culmine della montagna. Ci siamo preparati benissimo per questa sfida, sono convintissimo che faremo una grande partita e che faremo un risultato importante".

Sugli obiettivi del Taranto, "con Capuano è difficile perdere la continuità del lavoro e il non ricercare il risultato con grande abnegazione e applicazione. L'obiettivo del Taranto è fare quanti più punti possibili, come ho sempre detto. E' normale che se dovessimo conquistare la salvezza non passando dai play-out, dopo tutto quello che è accaduto, non dico che può valere come una vittoria di campionato ma vale comunque tantissimo. Mi riferisco all'aver giocato senza pubblico, alle tante sviste arbitrali, alla miriade di infortuni con cui ancora conviviamo. Ma non vogliamo fermarci, cercheremo di fare risultato fino al centesimo minuto dell'ultima gara contro il Messina, ho dato la mia parola a tutti e non ci accontenteremo mai. Intanto abbiamo migliorato i punti fatti dopo il ritorno in C del Taranto che era di 39 punti, questo è un motivo di soddisfazione. L'obiettivo della salvezza potrebbe sembrare facile ma non lo è. Abbiamo un calendario difficile, le altre squadre giocano partite leggermente più semplici".

Un risultato positivo contro l'Avellino, vorrebbe dire salvezza quasi in pugno, "vincendo domani, arriveremmo a 43 punti e la salvezza sarebbe ad un ottimo punto. Ma non sarà facile, affronteremo una delle squadre, come potenziale umano, più forti. Solo davanti ha 8 giocatori che sono uno più forte dell'altro. Ma noi ci siamo preparati bene nonostante tutte le assenze che abbiamo, siamo convinti di fare una grande partita rispettando come sempre i nostri avversari e il loro allenatore. La storia di Rastelli parla da sola. Noi rimaniamo umili e con il nostro dna".

Bifulco non ha ancora inciso come ci si aspettava ma Capuano difende il suo calciatore, "fino a questo momento non ha inciso, anche io mi aspettavo molto di più. Ma uno come Bifulco lo riprenderei sempre, ricordiamoci quello che ho sempre detto. A Gennaio abbiamo preso giocatori soprattutto in proiezione futura, Bifulco erano quasi 10 mesi che non giocava e quindi sapevamo a cosa andavamo incontro. Per me ha qualità similari a Chiricò, poi è normale che ad oggi il paragone non ci può essere, lui è arrivato in un momento difficile della sua carriera ma le qualità di Bifulo per me sono illimitate. E' vero, il mercato di gennaio non ha inciso ma sulle qualità di Bifulco mi giocherei la carriera. Ha solo bisogno di giocare e di fare un gol per sbloccarsi. E' un patrimonio importante per il Taranto".

Da qui alla fine il Taranto giocherà 3 gare in casa e 2 in trasferta, "il fattore campo purtroppo qui non esiste, se avessimo avuto la Curva sicuramente avremmo almeno 6 punti in più. Ma ormai ci siamo abituati e andremo avanti cosi. La voglia di questa squadra non è mai mancata, ci sono partite dove abbiamo fatto bene e altre malissimo ma in queste ultime 5 partite ci giochiamo tanto. Ho promesso che il Taranto sarebbe rimasto nei professionisti che è un bene di tutta la città, della provincia e per noi che abbiamo fatto sacrifici illimitati. Il Taranto rimarrà in C e lotteremo fino alla fine affinché questo avvenga".



Scroll to Top