VERSO AVELLINO-TARANTO

Avellino-Taranto, le ultime notizie della vigilia

Cinque assenze per Rastelli. Capuano ritrova Antonio Romano ma perde De Maria e Infantino

Romano e Labriola, entrambi nuovamente a disposizione - Foto Luca Barone

   Cosimo Palumbo

27 Novembre 2022 - 09:30

Tre punti pesantissimi in palio al Partenio-Lombardi. La sfida odierna, valida per la quindicesima giornata del Girone C, rappresenta per i biancoverdi un importante crocevia. Fin qui i risultati hanno deluso, l’investimento Taurino non ha ripagato e si è concluso con l’esonero del tecnico ex Virtus Francavilla, Rastelli, invece, dopo un inizio incoraggiante dovuto alla vittoria contro il Francavilla e ai pareggi contro Catanzaro e Foggia, è reduce da due sconfitte consecutive contro Giugliano e Picerno. I campani non possono permettersi altri passi falsi, la classifica gli vede al diciassettesimo posto con 13 punti, appena due in più del Messina. Il Taranto, invece, proviene dal k.o. nel derby contro la Virtus Francavilla, una sconfitta che, seppur immeritata, rappresenta la terza nelle ultime cinque gare. I rossoblù sono appaiati al tredicesimo posto, in mezzo tra playoff, che distano due punti, e playout, sul quale i rossoblù hanno un più due di vantaggio. Fare risultato sarebbe importante, soprattutto in virtù dei prossimi impegni che vedranno il Taranto scendere in campo contro Crotone e Pescara, partite che, almeno sulla carta, sembrano essere proibitive. Ventidue sfide tra le due formazioni, il bilancio è favore dei padroni di casa: quindici vittorie per l’Avellino e due per il Taranto. Cinque sono i pareggi.

QUI AVELLINO - “Il Taranto concede poco, è compatto e ha giocatori in grado di metterti sempre in difficoltà - ha commentato Rastelli durante la vigilia -. I numeri lasciano il tempo che trovano, loro all’inizio hanno fatto fatica ma ultimamente stanno ritrovando i risultati. In casa hanno fatto bene, non a casa hanno 16 punti. Il loro allenatore lo conosciamo ed è un valore aggiunto. Dobbiamo pensare a muovere la classifica e ritrovare una vittoria che ci permetterebbe di rifiatare e ritrovare quella fiducia che l’ultima gara ha un po’ indebolito”. Nei biancoverdi out Ricciardi, Micovschi, Aya, Dall'Oglio e Di Gaudio. Rastelli dovrebbe optare per un 4-3-3 con Pane tra i pali; Rizzo, Moretti, Auriletto e Tito in difesa. Casarini, Matera e Garetto a centrocampo con Russo, Trotta e Kanoute in attacco.

QUI TARANTO - Nel corso della conferenza stampa del sabato, mister Capuano si è espresso così: “Il Taranto ha bisogno di punti come l'Avellino. Noi abbiamo lavorato sull'avversario poiché sappiamo che l'Avellino puntava a vincere il campionato. Ha un importante organico a disposizione e la loro attuale posizione di classifica è segno che lì è successo qualcosa. Ma credo che alla fine del campionato l'Avellino arriverà a ridosso delle prime tre. Siamo a conoscenza del valore dell'avversario però sappiamo anche che siamo una squadra che sta bene fisicamente e dal punto di vista tattico. Purtroppo abbiamo questa miriade di assenze che ci sta penalizzando ma siamo convinti di poter fare un'ottima partita”. I rossoblù ritrovano Vannucchi, Ferrara e Labriola, che hanno scontato i rispettivi turni di squalifica, e Antonio Romano. Nuovamente out De Maria, assente anche Infantino. Capuano confermerà il 3-5-2, in porta torna Vannucchi, in difesa il rodato trio Evangelisti-Antonini-Manetta. Sugli esterni Mastromonaco e Ferrara, con Labriola in regia e Mazza e Diaby come mezze ali. In avanti torna dal 1’ Guida, affiancato da Tommasini.

Le probabili formazioni:

Avellino (4-3-3): Pane; Rizzo, Moretti, Auriletto, Tito; Casarini, Matera, Garetta; Russo, Trotta, Kanoute. A disp.: Pizzella, Forte, Illanes, Zanandrea, Franco, Misto, Gambale, Murano, Ceccarelli, Guadagni. All.: Rastelli.
Taranto (3-5-2): Vannucchi; Evangelisti, Antonini, Manetta; Mastromonaco, Diaby, Labriola, Mazza, Ferrara; Guida, Tommasini. A disp.: Loliva, Caputo, Granata, Formiconi, Vona, Romano G., Romano A., Maiorino, La Monica, Sakoa, Marini. All.: Capuano.

Arbitro: Bogdan Nicolae Sfira della sezione di Pordenone, coadiuvato dai due assistenti Marco Toce di Firenze e Vittorio Consonni di Treviglio. Il quarto ufficiale sarà Leonardo Mastrodomenico della sezione di Matera.

Stadio: Partenio - Lombardi, struttura inaugurata nel 1971 e con una capienza originale di 26000 spettatori, attualmente diminuita a 6723 unità

Dove guardarla: Eleven Sports e Antenna Sud.

Meteo: cielo poco nuvoloso, temperatura di circa 10°.



Scroll to Top