VERSO AVELLINO-TARANTO

Quotidiano di Puglia: Il Taranto recupera pedine, Capuano può dosare le forze

Dalla rassegna stampa di oggi

Foto Luca Barone

   Quotidiano di Puglia

26 Novembre 2022 - 09:00
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

Assemblea dei soci nuovamente rinviata. Questa volta lo slittamento si è consumato all'ultimo istante. Così come ha riferito ieri il trust Taras 706 ac, che si era presentato ieri mattina con i suoi rappresentanti all'appuntamento fissato alle 10, è stato esibito un giustificativo di assenza dell'amministratore, poco prima inviato per le vie formali. Insomma un rinvio dell'ultimo momento che ha lasciato con l'amaro in bocca quanti avevano curiosità ed interesse di capire lo stato finanziario del club al 30 giugno 2022. La Taras ha poi nuovamente lamentato di non aver ricevuto ancora copia dell'ultimo bilancio, in modo da poterlo visionare prima della sessione formale. Normalmente almeno 15 giorni prima dell'assemblea, il bilancio dev'essere depositato in società proprio al fine di consentire ai soci di prenderne visione. Si attende adesso di conoscere la prossima data, tenuto conto che l'approvazione deve avvenire nel termine di 180 giorni dalla chiusura dell'esercizio, che nel caso delle società di calcio è il 30 giugno.

Formalismi a parte, l'accumulo di questi ritardi (per quanto formalmente giustificati) ingenera diverse apprensioni, specie nella tifoseria, da tempo ormai avversa all'attuale proprietà fino al punto da disertare lo stadio nelle gare casalinghe. Non in trasferta, comunque. Per quella di domani ad Avellino sono stati messi a disposizione 500 tagliandi per i supporters tarantini ed è lecito attendersi una loro presenza in una delle partite-chiave di questo finale di girone di andata. La squadra oggi, con la rifinitura, completerà il suo programma di lavoro settimanale.

Questa volta Capuano dovrà scegliere gli uomini in considerazione anche dell'impegno infrasettimanale con il Crotone di mercoledì prossimo. Centellinare le energie in una squadra falcidiata sinora da squalifiche ed infortuni non è compito facile. E' vero che alcuni recuperi consentiranno opzioni di scelta e ricambi un po' più spendibili per il trainer, ma va considerato che in tanti hanno giocato sempre nell'ultimo periodo ed è possibile che possano pagarne dazio in termini di condizione nei 90 minuti. Ci sono tuttavia alcune certezze, a cominciare dai cinque elementi che comporranno la difesa davanti al rientrante portiere Vannucchi. Difficile immaginare che il tecnico possa attuare un improbabile turnover agli esterni Formiconi e Ferrara (al rientro) ed ai centrali Evangelisti, Antonini e Manetta. Piuttosto potrebbe rifiatare Mastromonaco, recentemente utilizzato sia come esterno a destra e sia da intermedio nel centrocampo a tre.

Dopo la squalifica, Labriola si riprenderà il posto di play davanti alla difesa, ai suoi fianchi le scelte non sono poi così variegate: tra Mazza, Diaby, Chapi e lo stesso Mastromonaco dovranno uscire i due partner del regista napoletano, con De Maria pronto a subentrare come jolly mancino tra fascia laterale e mediana. Curiosità sull'attacco: a Francavilla Guida è stato lasciato inizialmente in panchina per appoggiarsi su due punte di struttura (Tommasini e La Monica). Ad Avellino forse Guida tornerà titolare con il solito ballottaggio con gli altri attaccanti rimasti, compreso Infantino.

Fonte: Quotidiano di Puglia



Scroll to Top