SERIE A ASI

VCT, Aiello: ''Avevo voglia di sbloccarmi, ora c'è più fiducia''

Il fantasista dei delfini tra il 2-1 sulla Dea Impianti e la prossima gara contro la capolista PMB
   Redazione MRB.it

25 Novembre 2022 - 18:35

Nella vittoria di sabato scorso contro la Dea Impianti è stato colui che ha sbloccato il risultato in favore della Virtus Calcio Taranto, realizzando il suo primo gol nella Serie A ASI 2022/2023. Così Mimmo Aiello ha raccontato a MRB.it le sensazioni provate al momento del gol: "È stato positivo trovarmi lì, a differenza di quello che succedeva nelle scorse partite, e io sono stato più rapace e grintoso a riprendere il pallone dopo il contrasto col difensore e spingerlo in porta anticipando il portiere, forse proprio perché avevo voglia di sbloccarmi", ha detto il fantasista dei delfini.

L'1-0 dopo soli 6' ha decisamente aiutato la squadra di mister Palumbo nello scontro diretto con la penultima in classifica, poi concluso sul 2-1: "Segnare subito ha incanalato la partita sui binari giusti, così come il raddoppio prima della fine del primo tempo perché abbiamo potuto gestire nonostante la stanchezza. Per me questo gol viene dopo prestazioni con assist, pali o tiri usciti di poco, quindi è molto importante per l'umore e mi dà più serenità per affrontare le prossime partite", ha rivelato il tarantino classe '93.
Una serenità evidentemente contagiosa tra i rossoblù che hanno raccolto 5 risultati utili consecutivi in campionato, nonostante diverse assenze che ci sono state e ci saranno d'ora in avanti: "Fino a qualche giornata fa i risultati finali erano solo qualcosa di negativo che ci mettevano giù di morale - ha ammesso Aiello -. Ora questa buona serie ci aiuta anche nell'avere un'identità di squadra e un'unità nel gruppo, con un'atmosfera migliore nello spogliatoio e tutti abbiamo reso meglio rispetto a prima. Le defezioni ci devono spingere a mettere in campo ancora più grinta, sostanza e voglia di vincere, come nelle ultime partite".
È un upgrade notevole quello della Virtus, sottolineato dal 29enne che in queste partite ha portato al braccio la fascia di capitano: "Ho detto anche nello spogliatoio che 5-6 giornate fa avremmo pareggiato o perso partite come quella contro la Dea Impianti, invece grazie al miglioramento che abbiamo avuto alla fine siamo riusciti a portare a casa i tre punti", ha detto.

Ora i delfini sono a quota 15 punti, a +6 sul terzultimo posto, ma domani pomeriggio al comunale di Talsano dovranno affrontare la PMB, un'autentica corazzata che al momento è in vetta, ma proprio sabato scorso ha subito la prima sconfitta stagionale. Il numero 7 rossoblù vede il match in programma alle 14:30 come un'opportunità: "Con una classifica migliorata, anche contro la capolista abbiamo meno da perdere e possiamo affrontare i 60' con un pizzico di serenità in più, magari per conquistare qualche punticino", ha detto fiducioso.
C'è un neo, però, ed è rappresentato dalle uscite in casa Virtus, assenze forzate tra infortuni e motivi personali che coinvolgeranno centrocampo e attacco a partire proprio dal prossimo impegno: "Adesso a livello tattico tutto sarà ricalcolato e rimischiato, il mister troverà nuove soluzioni per ovviare alle assenze forzate ed è probabile che ne risentiremo un pochino", ha detto in riferimento all'equilibrio trovato in campo. Ma quel che conta secondo uno dei più esperti giocatori della Virtus è "affrontare le partite con il piglio mostrato finora" ed ecco l'esempio: "Personalmente riesco a giocare in tutte le posizioni della fase offensiva, anche se preferisco giocare da ala destra. Ora mi devo mettere a disposizione del mister e della squadra, perché se la squadra gioca bene io mi diverto in qualsiasi ruolo".
Infine, una considerazione sulle altre assenze, quelle dovute alle squalifiche, per l'imminente impegno di domani, cioè Orlando per i delfini e Turi per la squadra nata dalla fusione tra Piemme Grafica e British. "Fabio è un punto di riferimento nel suo ruolo ormai da oltre un anno e so che loro hanno una rosa abbastanza ampia per sostituire Turi e chi lo farà sicuramente sarà di alto livello, forse ne risentiremo più noi di loro. A prescindere, giocare queste partite e tentare di fare risultato contro squadre di questo calibro è sempre bello, ambizioso e importante per ogni giocatore", ha concluso Aiello.



Scroll to Top