VERSO AVELLINO-TARANTO

Taranto, ad Avellino per ripartire

Inizia un tour de force duro per i rossoblù e decisamente importante

Foto Luca Barone

   Maurizio Calò

25 Novembre 2022 - 17:30

Dimenticare Francavilla Fontana. Questo l'imperativo categorico per il Taranto alla vigilia di una sfida importantissima in quel di Avellino. La settimana è trascorsa all'insegna del recupero fisico e mentale dopo la partita dura di Francavilla Fontana che ha portato zero punti a casa ma una buona prestazione soprattutto nel secondo tempo inficiata da troppa sterilità offensiva davanti e da errori e sfortuna nella fase difensiva in occasione dei tre gol degli Imperiali. 
Una settimana, dunque, per riflettere sulle problematiche in attacco ma anche per recuperare energie fisiche e mentali per iniziare un tour de force davvero improbo contro gli irpini domenica e poi con il Crotone mercoledi prossimo nel turno infrasettimanale per non dimenticare il posticipo di lunedi 5 dicembre contro il Pescara allo Stadio Adriatico. Una sorta di viaggio tra le montagne russe per il Taranto.

Il campionato, però, non aspetta. E il Taranto, più che guardare agli avversari, deve guardare se stesso per evitare di sprofondare nei bassi fondi della classifica e vivere davvero una stagione complicata considerando l'obiettivo salvezza. La speranza è di recuperare altri giocatori pronti a dare battaglia già a a partire da domenica contro l'Avellino per poi gettare nella mischia giocatori recuperati per i prossimi match contro Crotone e Pescara. E' ora di gettare il cuore oltre l'ostacolo e provare a fare l'impossibile per ottenere il massimo.

Certo, la sterilità offensiva è il problema cronico di questa squadra e la trasferta di Francavilla Fontana ne è stata dimostrazione emblematica. Ma questa è la rosa del Taranto e con questi attaccanti Capuano dovrà cercare di dare al Taranto il massimo possibile. E allora l'auspicio è quello di ritrovare i guizzi e i gol di Michele Guida nonchè sperare che Infantino, Tommasini e La Monica tornino a gonfiare la rete. Per il bene del Taranto e dei suoi tifosi.



Scroll to Top