TARANTO FC

Quotidiano di Puglia: Avellino, Crotone, Pescara: tour de force per il Taranto

Dalla rassegna stampa di oggi

Foto Luca Barone

   Quotidiano di Puglia

23 Novembre 2022 - 08:30
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

Il Taranto ha ripreso a lavorare in vista della partita contro l'Avellino: l'appuntamento al Partenio-Lombardi, stadio espugnato soltanto due volte in 16 precedenti (nel 1991 e nel 2012), si preannuncia particolarmente complesso sia perché, in trasferta, i rossoblù fanno fatica (soltanto un punto messo in cascina sui 21 a disposizione), ma anche perché di fronte ci sarà una squadra di bassa classifica soltanto sulla carta considerando i tanti investimenti profusi dal club del presidente D'Agostino. Gli ionici, tuttavia, non potranno commettere passi falsi perché il calendario, nell'arco dei prossimi dieci giorni, propone, oltre al match contro gli irpini, anche quelli contro Crotone e Pescara, entrambe potenzialmente candidate al salto di categoria. Impegni di fuoco che non lasciano spazio a nessun tipo di distrazione. Il numero degli indisponibili dovrebbe subire (condizionale d'obbligo al netto della miriade d'infortuni che stanno riguardando il collettivo rossoblù) un ridimensionamento notevole, quantomeno in termini di squalifiche.

Capuano, in terra campana, potrà nuovamente contare sull'estremo difensore Vannucchi, che in occasione del derby di Francavilla ha scontato i due turni di stop inflittigli dal Giudice Sportivo, ma anche su Ferrara e Labriola i quali, entrambi diffidati, hanno saltato la partita della Nuovarredo Arena per aver rimediato il cartellino giallo contro la Viterbese. Tre recuperi di fondamentale importanza malgrado i loro sostituti, nell'ordine Loliva, Formiconi e Mazza, non abbiano sfigurato. Da comprendere, inoltre, le condizioni riguardanti gli infortunati: potrebbe rivedersi in gruppo, a strettissimo giro, il centrocampista Provenzano che, esclusa la partita di Monopoli all'esordio, non è mai sceso in campo, mentre De Maria è già rientrato tre giorni fa giocando uno spezzone di partita nella sfortunata gara di Francavilla. Poter disporre di maggiori soluzioni rappresenta un toccasana importante per il Taranto che, fin qui, ha dovuto fare di necessità virtù. Il prossimo step, come detto, è l'Avellino: sarà una partita particolare anche per il tecnico Capuano che subentrò a Ignoffo nell'ottobre del 2019 in una situazione delicata per i biancoverdi guadagnandosi, nel corso dei mesi, stima e affetto da parte della piazza.

Taranto, intanto, punito con una pesante ammenda di quattromila euro «perché propri sostenitori, durante la gara di Francavilla Fontana, intonavano ripetuti cori offensivi nei confronti delle Istituzioni calcistiche e delle Forze dell'Ordine, facevano esplodere e lanciavano sul terreno di gioco un petardo e, in più occasioni, lanciavano sul terreno di gioco svariati piccoli oggetti, senza conseguenze».

Fonte: Quotidiano di Puglia



Scroll to Top