VERSO VIRTUS FRANCAVILLA-TARANTO

Il Francavilla sceglie la via del silenzio. La vittoria manca da un mese e mezzo

Dalla rassegna stampa di oggi

Foto Luca Barone

   Quotidiano di Puglia

17 Novembre 2022 - 09:30
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

La Virtus Francavilla sta attraversando uno dei periodi più bui della sua storia, stante l'attuale posizione di bassa classifica, non prevista in avvio di campionato, e una serie di sbavature del proprio meccanismo di gioco. Il derby di domenica prossima, tra le mura amiche del Nuovarredo Arena, contro il Taranto (ore 17.30) può essere considerato davvero il punto focale della stagione del club di patron Magrì. Un successo servirebbe da scossa e da stimolo. La mancata vittoria, invece, potrebbe aprire ancor di più squarci nel telaio costruito in estate dai dirigenti e dallo staff tecnico, con l'eventualità di dover intervenire in maniera decisa nel mercato di gennaio.

In questi giorni di vigilia la squadra è soltanto protesa alla gara di domenica. E per questo il gruppo farà leva solo su sé stesso, provando a chiudersi a riccio, come fosse un ritiro precampionato, per ritrovare serenità e concentrazione. Nessuno dei giocatori e dello staff tecnico rilascerà dichiarazioni pre-gara. Il momento è davvero importante e patron Magrì non vuole lasciare nulla al caso. Intanto, Calabro è alle prese con il problema del reparto offensivo, stante le varie assenze o le condizioni fisiche precarie di qualche attaccante in vista della sfida ai cugini jonici. Mancheranno Maiorino per squalifica e Murilo per infortunio, mentre si nutre più di un dubbio sulla presenza effettiva in campo domenica prossima di Perez ed Ekuban, entrambi acciaccati. Il risultato è che l'unico giocatore d'attacco pienamente disponibile sarà Patierno. Possibile pertanto che Calabro possa far giocare Mastropietro al suo fianco, per riproporre il classico 3-5-2, oppure possa decidere di affrontare il Taranto con una sola punta, in attesa dell'evolversi del match. Il nodo sarà sempre il centrocampo, in particolare la zona mediana del settore, al fianco di Pierno a destra e Carella a sinistra. In mezzo quindi ci potrebbe essere spazio per Tchetchoua, Risolo e Cisco. Da valutare anche la predisposizione del trio arretrato, con qualche protagonista che non sta attraversando un periodo di forma smagliante.

In rampa di lancio ci potrebbe essere quindi uno tra Solcia e Minelli. Nella fase preparatoria del match, Calabro valuterà anche l'avversario, nel senso che sarà necessario capire come il Taranto si schiererà. In campionato le due squadre si sono affrontate solo due volte al Nuovarredo Arena per due pareggi. In Coppa Italia, nell'unico confronto, ha prevalso invece la Virtus. La Virtus non vince una gara di campionato dall'1 ottobre scorso, mentre il Taranto non ha mai vinto finora lontano dallo Iacovone. Di fronte due formazioni da cui ci si aspettava qualcosa in più alla vigilia del campionato e che hanno dovuto affrontare varie difficoltà. Al momento appare più in salute il team tarantino, dopo un inizio stentato. Ma il derby è sempre una gara a parte, che esula dalla normale vita del campionato.

Fonte: Quotidiano di Puglia



Scroll to Top