ITAS TRENTINO-GIOIELLA PRISMA 3-0

Tutto facile per Trento. Per la Gioiella Prisma Taranto arriva la terza sconfitta consecutiva

I padroni di casa sconfiggono la Gioiella Prisma Taranto con il massimo scarto

foto Legavolley

   Fabrizio Giannico

13 Novembre 2022 - 20:00

Dopo la sconfitta casalinga rimediata nell’ultimo turno contro Piacenza, la Gioiella Prisma Taranto, per il settimo turno della regular season di Superlega è di scena al BLM Group Arena di Trento.
Coach Di Pinto, nuovamente costretto a fare a meno di Alletti schiera Falaschi in cabina di regia, Stefani opposto, Larizza e Gargiulo centrali, Antonov e Loeppky schiacciatori, il libero Rizzo.
Risponde coach Lorenzetti con Sbertoli al palleggio, Michieletto opposto, Podrascanin e Lisinac centrali, Kaziyski e Lavia schiacciatori, il libero Laurenzano.
Tanta la differenza in campo tra le due squadre: Trento vince agevolmente con il massimo scarto.

1° Set: Primo punto in favore dei padroni di casa, attacco vincente di Kaziyski; è murato l’attacco di Antonov (2-0). Non passa neanche l’attacco di Stefani, Trento si porta a +3; coach Di Pinto si avvale del time out (3-0). La battuta di Sbertoli è out, primo punto per la Gioiella Prisma Taranto (3-1). Il primo tempo di Gargiulo è vincente, Taranto a -2 (4-2). Mani-out di Antonov, il divario non cambia (5-3). Il forte attacco di Kaziyski vale il sesto punto per Trento (6-3). Nuovo primo tempo vincente di Larizza (7-5). Michieletto non sbaglia, il suo attacco è vincente (9-5). Ci pensa Loeppky con il suo attacco a rimediare punto e cambio palla (9-6). Il settimo punto di Taranto porta la firma di Loeppky, la sua Pipe è vincente (10-7). Impatta sul muro di Trento l’attacco di Antonov, Trento nuovamente a +5 e secondo time out chiesto da Di Pinto. Primo tempo vincente di Gargiulo, Taranto accorcia (12-8). Invasione a muro di Lavia, Taranto si porta a -3 (12-9). Ace di Stefani, decimo punto ionico (12-10). Falaschi sorprende tutti e la mette a terra, Taranto a solo un punto dagli avversari; time out richiesto da coach Lorenzetti (12-11). Lavia non sbaglia, il suo attacco è vincente (13-11). Mani-out di Loeppky, Taranto sempre a -1 (14-13). Il successivo primo tempo di Larizza è vincente (15-14). Doppio ace di Prodascanin, padroni di casa nuovamente a +4 (18-14). Errore in attacco di Loeppky, coach Di Pinto decide di sostituire Stefani con Ekstrand (19-14). Kaziyski sotto rete non sbaglia, ventesimo punto per i padroni di casa (20-15); coach Di Pinto fa rientrare Stefani al posto di Ekstrand. Il solito Kaziyski la mette a terra, Trento a +7 (22-15). Taranto ottiene punto e cambio palla con l’attacco vincente di Stefani (22-16). Trento vive di rendita, il set si conclude con il punteggio di 25-17.

2° Set: Il secondo set inizia con l’attacco di Stefani che impatta sul muro di Sbertoli, segue l’attacco vincente di Loeppky (1-1). Diagonale vincente di Kaziyski, terzo punto per Trento (2-3). Dalla seconda linea non sbaglia Loeppky, parziale in parità (4-4). La diagonale vincente questa volta è di Lavia, i padroni ci casa allungano (6-4). Errore in attacco di Michieletto, quinto punto per gli ionici (6-5). Nuovo attacco vincente di Lavia che Larizza non riesce a contenere (7-5). Il sesto punto per Taranto porta la firma di Loeppky (7-6). E’ il solito Loeppky a metterla a terra, nuovo attacco vincente per lui (8-7). Mani-fuori di Kaziyski, decimo punto per Trento (10-8). Si vede anche Antonov, Taranto a -1 (11-10). Muro vincente di Antonov sull’attacco di Lavia, ionici sempre a -1 (12-11). Michieletto sotto rete non sbaglia, quattordicesimo punto dei padroni di casa (14-12). Trova il varco nella metà campo avversaria Tommaso Stefani, gli ionici continuano ad inseguire (15-14). L’attacco di Kaziyski è out, il parziale adesso è in parità (16-16). Il forte attacco vincente di Antonov permette agli ionici di portarsi in vantaggio (16-17); coach Lorenzetti decide di avvalersi del time out. Kaziyski prima, Lavia dopo, Trento ribalta il parziale (18-17). Il muro di Podrascanin sull’attacco di Antonov è efficace, Trento si riporta a +2 (19-17). Mani-out di Stefani che vale il diciottesimo punto ionico, Taranto si porta a -1 (19-18). Non sbaglia Stefani, il suo attacco è vincente (20-19). Sostituzione per coach Lorenzetti: dentro Nelli al posto di Sbertoli. Morbido attacco di Loeppky, ventesimo punto per Taranto (22-22). Doppio cambio per coach Di Pinto: fuori Stefani e Falaschi, al loro posto rispettivamente Ekstrand e Cottarelli. Attacco vincente di Kaziyski, coach Di Pinto decide di annullare i precedenti due cambi e ristabilisce il sestetto iniziale (23-21). Errore in battuta di capitan Falaschi, Trento si appresta a chiudere il set (24-21); coach Di Pinto decide di avvalersi del time out. Il set si conclude con l’invasione aerea di Falaschi con il punteggio di 25-21.

3° Set: Inizia con il primo tempo di Lisinac il terzo set, risponde Loeppky con il suo mani-fuori. Il secondo punto per i padroni di casa porta nuovamente la firma di Lisinaca, segue l’invasione di Stefani (3-1). Con il primo tempo di Larizza Taranto conquista punto e cambio palla (3-2). Il muro di Antonov è efficace, Taranto ristabilisce la parità (3-3). Daniele Lavia sotto rete non sbaglia, padroni di casa a +2 (5-3). Ace di Lisinac, coach Di Pinto chiede il primo time out (6-3). L’attacco di Lavia è vincente, Trento allunga ulteriormente (7-3). Nuova diagonale sulla linea dei tre metri di Daniele Lavia, Trento sempre a +4 (8-4). Il successivo pallonetto di Antonov è vincente, quinto punto per gli ionici (8-5). La diagonale vincente questa volta è di Michieletto, Trento a +5 (10-5). L’attacco di Antonov impatta sul muro di Podrascanin, undicesimo punto per i padroni di casa (11-5). Il successivo mani-out di Kaziyski vale il momentaneo 12-6. Non sbaglia Stefani, il suo attacco è vincente (12-7). Errore in servizio di Falaschi prima, attacco vincente di Kaziyski dopo; coach Di Pinto chiama il secondo time out (14-7). Cambio per Taranto: fuori Antonov dentro Ekstrand. Non riesce a contenere l’attacco di Michieletto il libero di Taranto Rizzo, quindicesimo punto per Trento (15-7). Primo punto per il neo entrato Ekstrand, il suo attacco è vincente (15-9). Sbertoli commette invasione aerea e Taranto ne approfitta (15-10). Di seconda Michieletto non sbaglia e mette a segno il sedicesimo punto per Trento (16-10). Non sbaglia neanche Kaziyski , Trento si porta a +7 (17-10). Primo tempo vincente di Lisinac, le squadre sono sempre separate da sette punto (18-11). Mani-out di Stefani che vale il momentaneo 19-13. Ci prova Falaschi ma il suo pallone finisce out (21-13). L’attacco di Stefani impatta sul muro dei padroni di casa (22-13); coach Di Pinto sostituisce Loeppky con Charalampos. Il successivo pallonetto di Stefani è vincente, nuova sostituzione per coach Di Pinto: fuori Falaschi, al suo posto Cottarelli (22-14). Il muro di Stefani è vincente, Taranto si porta a -7 (22-15). Ci pensa Michieletto ad ottenere punto e cambio palla, il suo attacco è vincente (23-15). E’ imprendibile l’attacco di Kaziyski, Trento ora ha a disposizione otto palle match (24-16). Muro vincente di Larizza, diciassettesimo punto per Taranto (24-17). La chiude Michieletto con il punteggio di 25-17.

Prossimo appuntamento per la Gioiella Prisma Taranto domenica al PalaMazzola: Falaschi e compagni ospiteranno Modena; prima battuta alle 15.30.



Scroll to Top