VERSO TARANTO-VITERBESE

Quotidiano di Puglia: Il Taranto cerca la svolta. Zona rossa da allontanare

Dalla rassegna stampa di oggi

Foto Luca Barone

   Quotidiano di Puglia

12 Novembre 2022 - 08:30
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

Tensione agonistica ai massimi per il Taranto che, per la prima volta dall'insediamento di Capuano in panchina, è chiamato a riscattarsi dopo due sconfitte consecutive: se contro il Giugliano la stessa è maturata nel finale, a Picerno, ancora sul gong, si è verificato l'episodio della mancata concessione del calcio di rigore (per evidente fallo su Tommasini) che avrebbe potuto cambiare l'inerzia della sfida. In sintesi: le prestazioni fornite dai rossoblù, seppur non trascendentali, lasciano speranzoso l'intero ambiente in termini di (potenziale) svolta e non sono paragonabili a quelle offerte contro Monopoli e Catanzaro, vale a dire nell'altra circostanza stagionale di un Taranto che scendeva in campo con due ko di fila sul groppone.

Più che l'atteggiamento della squadra, a preoccupare sono le tante defezioni considerando che, salvo sorprese, nessuno di coloro ai box, malgrado alcuni siano in fase di recupero, saranno arruolabili per la sfida-salvezza contro la Viterbese. Scelte, per l'ennesima volta, obbligate per Capuano, questa volta anche tra i pali al netto della pesante defezione riguardante Vannucchi, appiedato per due turni dal Giudice Sportivo. Anche in questo caso, per la prima volta in gare ufficiali, il Taranto si ritroverà a non schierare né l'ex Alessandria, ma neppure Russo, titolare nelle prime tre gare di campionato, nel match di Coppa e nel secondo tempo di Latina, in quanto lo stesso portiere classe '00, qualche settimana addietro, ha salutato. Sembra giunta l'ora di vedere all'opera Loliva, al momento in netto vantaggio rispetto a Martorel: finora, in riva allo Ionio, non è riuscito a ritagliarsi mai uno spazio importante e, soprattutto in estate, sembrava prossimo all'addio, ma considerando la concatenazione degli eventi, le chiavi della porta, sia domani contro la Viterbese che domenica prossima a Francavilla, dovrebbero essere consegnate a lui.

A centrocampo, invece, potrebbe rivedersi Mastromonaco nel ruolo di mezzala a destra: oggettivamente complicato rinunciare a Formiconi sulla fascia che, per esperienza e carisma, è senz'altro uno dei valori aggiunti del Taranto. In più, l'ex Tolentino, proprio in quella posizione inedita, domenica scorsa ha servito a Labriola un delizioso assist valso il successivo, seppur temporaneo, 1-1. Capuano sfoglia la margherita anche per quel che concerne il reparto d'attacco laddove Tommasini, al momento, scalpita per trovare una maglia da titolare: con lui in campo a Picerno, si è vista una manovra leggermente più fluida e anche la circostanza del penalty è frutto della sua capacità di aggredire bene gli spazi soprattutto negli ultimi 16 metri. Logica vorrebbe che il partner della prima punta, con Tommasini favorito, sia Guida anche per avere più soluzioni offensive in corso d'opera, ma non è neppure da escludere categoricamente l'ipotesi di un 3-5-2 effettivo senza il profilo che giochi tra le linee, nella fattispecie Guida, bensì con un secondo centravanti di ruolo. Soluzione, tuttavia, da valutare nel corso della rifinitura mattutina.

Fonte: Quotidiano di Puglia



Scroll to Top