SERIE C GIRONE C

Francavilla, momento particolare. Ma che reazione contro il Cerignola

Dalla rassegna stampa di oggi
   Quotidiano di Puglia

11 Novembre 2022 - 12:00
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

La Virtus Francavilla potrebbe, domenica prossima, sul campo della Juve Stabia (ore 17.30), trovare l'acuto tanto atteso per rilanciarsi in classifica. Il match si preannuncia equilibrato e agonisticamente ad alti livelli, anche se di fronte si ritroveranno due squadre che non stanno attraversando un momento particolarmente felice. I campani stanno meglio in graduatoria in virtù di una partenza sprint in avvio di stagione. Ma nelle ultime cinque partite, la Juve Stabia ha collezionato solo quattro punti e il Francavilla appena tre. La squadra di Calabro sta provando in questi giorni un nuovo assetto dovendo fare a meno di Murilo fino al termine del girone di andata per un problema ad un ginocchio. Il dubbio è ora far giocare subito Perez, in gol contro il Cerignola, al fianco di Patierno, e con appena dietro Maiorino, quindi con tre attaccanti, oppure conservarsi il bomber mesagnese per utilizzarlo durante la gara, altrimenti non ci sarebbero più giocatori offensivi in panchina, stante anche le imperfette condizioni di Ekuban.

Quindi, tornando alla formazione anti Juve stabia, ballottaggio a tre tra Perez, Cardoselli e Mastropietro per sostituire Murilo. E Perez, pur se finora ha giocato poco, è sempre ottimista ed è molto carico. «Non sto a dire se dovevo o devo giocare di più - ha detto Perez ad Antenna sud io mi prendo quello che mi si dà, sempre col massimo impegno. Non ho necessità di fare 100 gol per far vedere le mie qualità. Sono un professionista e lavoro duramente. Poi poco importa se si gioca 10 minuti o l'intera partita». Inevitabile tornare sul match di domenica scorsa contro il Cerignola e sul suo impiego in campo. «Tutta la squadra ha avuto una reazione importante ha continuato Perez - dopo il gol subito e il mio ingresso è stato solo una coincidenza. Abbiamo giocato a viso aperto. E' un momento particolare, ma ripartiamo da quella reazione e non è facile recuperare lo svantaggio. Ci sta mancando la vittoria». Perez racconta poi le sue emozioni dopo il gol ritrovato. «Il gol è frutto del lavoro ha spiegato e segnare ti dà qualcosa in più, è ovvio, dopo un periodo per me molto particolare. Ho sempre lavorato con massima umiltà e mi sono sempre messo a disposizione. Il lavoro paga sempre. Il gol è una soddisfazione personale ma ottenuto con la collaborazione di tutta la squadra. Il mio ruolo è un po' diverso da qualche anno addietro, ma mi trovo bene e mi è sempre piaciuto giocare a tutto campo. Mi trovo bene. Poi a me piace giocare sempre con le due punte e i moduli, devo dire, che non fanno la differenza, l'importante è l'atteggiamento giusto perché tu la partita la prepari in un certo modo poi a volte si cambia in corsa, come accaduto a noi domenica per l'infortunio di Murilo».

Perez dà poi una sua spiegazione per i tanti gol subiti. «Il fatto di subire qualche gol in più ha detto - non è colpa di qualcuno in particolare. Vedendo le partite alla prima occasione gli avversari fanno gol. Ma poi durante la gara subiamo pochissimo. Qualcosa che si sbaglia c'è e stiamo tutti lavorando per colmare qualche lacuna. Oltre il lavoro non conosco strade». Infine, Perez parla dei tifosi. «I tifosi ha concluso - pagano il biglietto, fanno sacrifici e hanno il diritto di criticare. Le critiche fanno parte del gioco e ciò a me non dà nessun fastidio».

Fonte: Quotidiano di Puglia - Renato Rubino



Scroll to Top