TARANTO FC

GdM: Nuovo stadio, progetto ultimato

Dalla rassegna stampa di oggi
   La Gazzetta del Mezzogiorno

03 Novembre 2022 - 10:00
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da La Gazzetta del Mezzogiorno

Dieci giorni. Da quel che risulta alla Gazzetta, entro questo breve arco di tempo, la società milanese Esperia Investor dovrebbe depositare negli uffici tecnici comunali quella che, in gergo, si definisce manifestazione di interesse per la costruzione del nuovo stadio "Iacovone". In particolare, dalle scarse informazioni che filtrano e che rimbalzano lungo l'asse Taranto - Milano, si apprende che il progetto relativo all'impianto sportivo (che verrà demolito e ricostruito) è stato praticamente ultimato.

E' in fase di definizione ancora, invece, il Pef (acronimo che sta per Piano economico-finanziario) e la parte della proposta che riguarda, invece, le aree esterne allo stadio in cui verranno previsti spazi per attività commerciali (settore ristorazione, abbigliamento, palestre), ma non solo. Nella zona dove ora insiste li dove ora c'è la curva sud dovrebbe essere realizzato un business hotel, la cui progettazione sarebbe stata affidata ad un tecnico molto noto del settore. E, inoltre, verrà anche allestito un centro medico - sportivo che avrà probabilmente una connessione ovvero un collegamento anche materiale con lo stadio.

Sin qui, quello che il taccuino del cronista riesce a raccogliere insinuandosi tra le barriere di una inevitabile riservatezza che blinda l'accesso ad ulteriori informazioni prima della presentazione ufficiale del progetto alla città. Per il resto, mettendo insieme altri frammenti di notizie più o meno confermate, si arriva ad ipotizzare che l'operazione "Iacovone" possa oscillare complessivamente intorno ai 45-50 milioni di euro (di questi, quelli pubblici saranno compresi tra i 18 e 26) e che la durata della gestione dello stadio, pardon, della concessione, dovrebbe essere piuttosto lunga magari avvicinandosi al modello seguito per l'impianto di Udine. E, anche in questo caso formulando un'ipotesi, potrebbe essere compresa tra un minimo di 50 anni e un massimo di 90.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno



Scroll to Top