GIOIELLA PRISMA TARANTO

Gioiella Prisma, Alletti: ''Tenuto testa a grande avversario''

Dalla rassegna stampa di oggi

Aimone Alletti - foto Luca Barone

RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da L'Edicola del Sud

Dopo tre allenamenti congiunti per la Gioiella Prisma Taranto, è giunta la prima sconfitta nel test match di Corigliano Calabro per la squadra ionica. La compagine allenata da coach Di Pinto ha ceduto in quattro set, col punteggio di 3-1 (21-25, 25-22, 21-25, 20-25), al team greco dell'Olympiacos Piraeus nel Trofeo “Città del Codex e del Castello”. Nella sfida contro la formazione di Alberto Giuliani, il tecnico rossoblu ha potuto testare il livello del roster, al primo vero e proprio test probante contro una formazione di caratura internazionale e di tasso tecnico più elevato. All'incontro disputato in terra calabrese non hanno partecipato il capitano e palleggiatore della Gioiella Prisma Taranto, Marco Falaschi, oltre all'opposto Tommaso Stefani: entrambi sono alle prese con degli acciacchi fisici e non sono stati impiegati dal “mago” di Turi. Senza la diagonale palleggiatore-opposto titolare, coach Di Pinto ha avuto modo di valutare l'intesa tra Cottarelli e Lucconi, entrambi protagonisti con la maglia dell'Aci Castello nell'ultima stagione: ben diciannove i punti messi a segno dal giovane schiacciatore classe 1999 e un affiatamento destinato a consolidarsi sempre di più. Nonostante le difficoltà, Taranto è riuscita a tenere testa a una squadra che vanta in organico il palleggiatore italiano Travica, l'opposto sloveno Stern, lo schiacciatore cubano Hidalgo Oliva ed il centrale sloveno Pajenk.

L'allenamento congiunto contro i greci ha restituito indicazioni importanti, come affermato dal vice capitano Alletti: «Quello con l'Olympiacos è stato il primo test più probante, contro un team di livello sicuramente superiore e che vanta nel suo organico giocatori di esperienza mondiale. Alcuni loro atleti erano appena giunti dal Mondiale. È stato sicuramente un match positivo, che ci ha dato delle ottime indicazioni nonostante fosse la prima volta che, probabilmente, giocavamo con questo tipo di formazione. Dobbiamo sicuramente migliorare - afferma il centrale - ma abbiamo dimostrato di disputare tutti i set alla pari. Ora dobbiamo continuare a mettere un po' di ritmo nelle gambe per farci trovare pronti ai prossimi impegni».

Fonte: L'Edicola del Sud - Christian Cesario



Scroll to Top