TARANTO FC

L'Edicola del Sud: Taranto, massima attenzione contro la matricola Gelbison

Dalla rassegna stampa di oggi

Michele Guida - foto Luca Barone

RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da L'Edicola del Sud

L'ultima volta al Marcello Torre di Pagani risale a un anno fa. Era il 19 settembre 2021 e il Taranto perse 2-1 con i padroni di casa della Paganese, ora nel girone G della Serie D. Dodici mesi dopo si torna sullo stesso terreno di gioco, ma per affrontare la Gelbison, perché lo stadio di riferimento per disputare la serie c (il Guariglia di Agropoli) è oggetto di revisione. Lo stadio di Vallo della Lucania, in realtà è il “morra” ma non è omologato per giocare in terza serie. Dinanzi ai rossoblu di Capuano, domani sera alle 20.30, ci sarà una matricola che non ha ancora conosciuto il dolce sapore della vittoria. Due pareggi in quattro gare per la squadra di Fabio De Sanzo, che appena tre giorni fa ha sostituito Gianluca Esposito. Quest'ultimo ha così pagato a caro prezzo la sconfitta di misura in casa della Virtus Francavilla. De Sanzo, che nella scorsa stagione ha sfiorato la Serie C con l'Acireale, ha sinora guidato tre allenamenti. Un cambio di allenatore può portare a un miglioramento generale e il Taranto lo sa benissimo. La cura Eziolino Capuano sta rigenerando la mentalità di tutto il gruppo: sinora una immeritata sconfitta all'esordio, mercoledì 14 in casa della Turris (2-1), e un successo nel derby con la Fidelis Andria di domenica scorsa (2-1).

FORMAZIONE. Il Taranto, che potrà essere seguito da al massimo 479 tifosi nel settore ospiti (biglietti al costo di 15 euro), dovrà mantenere la barra dritta e andare a punti, approfittando di un avversario che potrebbe palesare ancora diverse difficoltà. Capuano, che riprenderà a sedersi in panchina dopo aver scontato la squalifica rimediata a Torre del Greco, potrà contare sulla disponibilità di Vannucchi tra i pali e davanti all'estremo difensore di Manetta (in diffida), Antonini e Vona; sugli esterni della mediana con molta probabilità spazio a Evangelisti a destra e Ferrara a sinistra, sempre che riesca a recuperare dal contrattempo che l'ha tenuto lontano dalla sfida con l'Andria durante il riscaldamento. Le mezzali saranno Romano e ai lati Brandi e Labriola. In avanti il posto fisso è per Guida, autore di tutte e quattro le reti al momento realizzate dai rossoblu, e Infantino. Esiste almeno un dubbio per ogni reparto. In difesa Granata potrebbe partire titolare al posto di Vona, De Maria di Ferrara e Tommasini di Infantino. In quest'ultimo caso Capuano sceglierà l'uomo i cui movimenti meglio si sposeranno con gli spostamenti di Guida, che avrà un raggio d'azione variabile in base alle circostanze. Il trequartista si è trovato a suo agio sulla sinistra, per poi accentrarsi, avvicinarsi all'area e lasciare partire delle poderose conclusioni a giro sulle quali gli estremi difensori non hanno al momento trovato le giuste contromisure.

Fonte: L'Edicola del Sud - Giuseppe Di Cera



Scroll to Top