VERSO GELBISON-TARANTO

Gelbison, Cargnelutti: ''Contro il Taranto sarà difficile, dobbiamo pensare a far bene''

Le parole del difensore dei campani ai microfoni di MondoRossoBlù.it

Riccardo Cargnelutti - foto Luca Barone

Sabato sera il Taranto affronterà la Gelbison per la 5a giornata di Serie C/C. I campani di De Sanzo, da poco subentrato al posto dell’esonerato Esposito, hanno raccolto due punti nelle prime quattro giornate e sono ancora alla ricerca del primo storico successo tra i professionisti. Per l’occasione, la redazione di MondoRossoBlù.it, ha intervistato Riccardo Cargnelutti, difensore classe ’99 giunto in rossoblù dopo l’esperienza al Potenza.

In estate hai firmato per la Gelbison, società alla prima storica partecipazione in Serie C. Cosa ti ha convinto a compiere questo passo?
“Mi ha convinto l’ambizione della società, il progetto mi è piaciuto. Speriamo adesso di riuscire a portare in alto questa squadra”.

L’avvio di campionato non è dei migliori, con due punti conquistati in quattro gare. Considerando che è una squadra completamente nuova e la forza delle altre fin qui affrontate, possiamo parlare di difficoltà fisiologiche?
“Si, la squadra è forte, c’è solo bisogno di tempo per crescere e mostrare tutto il nostro valore. Abbiamo già fatto delle belle prestazioni, ci mancano solo quei tre punti che magari avremmo potuto ottenere con Potenza e Francavilla, se non avessimo subito gol nei primi secondi. La squadra c’è, dobbiamo dimostrarlo sul campo”.

Eppure un cambiamento c’è già stato: via Esposito, ecco De Sanzo. Cosa comporta in voi l’arrivo del nuovo allenatore?
“Quando avviene un cambio di allenatore è inevitabile che ci siano dei cambiamenti. Ora la squadra dovrà capire cosa vuole il mister, sicuramente ci saranno aspetti da registrare”.

Nel lungo periodo dove potrà arrivare questa Gelbison?
“Sicuramente, sulla carta, non puntiamo ai playoff ma alla salvezza. Una squadra che sale dalla Serie D deve avere come primo obiettivo la permanenza in categoria, poi se dovesse arrivare altro allora ben venga”.

Sul piano personale, invece, ti sei posto degli obiettivi?
“Arrivare qui è una sfida, è un voler mettermi in gioco per dimostrare quanto valgo. Voglio giocare tutte le partite ed essere al 100% per dimostrare chi sono”.

Nella prossima giornata affronterete il Taranto, squadra che è reduce dalla prima vittoria stagionale contro l’Andria ma che non ha iniziato bene il proprio cammino. Che cosa ti aspetti dalla formazione di Capuano?

“Il Taranto è una squadra forte. Ha dei valori e ha una tifoseria importante. In rosa ci sono giocatori bravi, sarà una partita molto difficile ma abbiamo dimostrato che possiamo lottare con chiunque, a noi cambia poco. Dobbiamo pensare a far bene, il risultato arriverà”.

Dato che parliamo di due club che stanno incontrando delle difficoltà, la sfida di sabato può già considerarsi una gara di slancio e importante per il futuro?
“Per noi far punti è importantissimo, speriamo di conquistarli il prima possibile per poterci mettere in pista. Più ne fai, meglio è. Sia per il prosieguo della stagione sia per la tranquillità del gruppo”.



Scroll to Top