TARANTO FC

Quotidiano, Diaby: ''Taranto, che emozione il boato dello Iacovone''

Dalla rassegna stampa di oggi

Foto Luca Barone

RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

E se fosse lui il rinforzo giusto per il centrocampo del Taranto? Aboubakar Diaby potrebbe conferire alla squadra allenata da Capuano quei tratti di personalità e di irruenza che tanto piacciono all'allenatore e che tanto servono ad una formazione bisognosa di punti e di significati per il prosieguo del campionato. La sua guarigione era stata certificata proprio da Capuano nel giorno della sua presentazione, ma non era dato sapere se e quando il mediano avrebbe iniziato ad accumulare minuti e prestazioni. Dopo la comparsa solo sulla carta tra i convocati di Torre del Greco, non solo Diaby è andato in panchina contro l'Andria ma ha anche disputato 45 minuti ad alta intensità e soprattutto incisività sul tipo di partita che si stava sviluppando.

Probabilmente a punteggiarne un rientro così positivo ha contribuito la spinta del pubblico dello Iacovone, che all'atto del suo ingresso in campo lo ha omaggiato con un'ovazione: «Non mi aspettavo il boato da parte dei tifosi - ha poi commentato il centrocampista -. È stata un'emozione tornare in campo dopo un anno con il sostegno del pubblico di Taranto. Sono stati mesi difficili ma ho lavorato tanto per tornare in forma anche se mi manca il ritmo partita. Devo ringraziare la famiglia, gli amici, i compagni ed il mister che mi ha subito impiegato, dandomi questa possibilità. Mi impegnerò al massimo per tornare in forma quanto prima per aiutare i miei compagni a migliorare e ottenere buoni risultati. Già questa prima vittoria ci da molta fiducia per proseguire il lavoro intrapreso».

Certo Diaby non è il regista che al Taranto ancora manca e che si sta insistentemente cercando sul mercato degli svincolati, tuttavia ha le caratteristiche della mezzala che può produrre strappi, cambio di ritmo e soprattutto pressing in un centrocampo finora poco reattivo ed assai prevedibile, per quanto dei sensibili miglioramenti si siano visti nelle ultime due esibizioni. Il senegalese, cosa non di poco conto, ha altri due anni di contratto con il club del presidente Massimo Giove ed è chiaramente un patrimonio della società grazie al quale quest'ultima potrebbe monetizzare sempre che il calciatore torni davvero alla piena condizione, come tutti auspicano. Nel frattempo la squadra si sta allenando in attesa della sfida di sabato con la Gelbison. La condizione generale appare stabile. Sono sempre da monitorare le condizioni di Ferrara, reduce da un infortunio alla caviglia e che si è fermato durante il riscaldamento pregara con la Fidelis. Difficile pensare di averlo a pieno regime in tempi rapidi.

Naturalmente è out Provenzano, che ne avrà ancora per molto. E poi ci sono gli acciacchi di Infantino, che si sta gestendo per assicurare se non altro un utilizzo part time. Tra i convocati ci sarà l'ultimo arrivato, l'esterno destro del 2000 Piccardo, arrivato venerdì scorso. Fronte giudice sportivo: non ci sono squalificati tra i rossoblù, ma occhio alla diffida del difensore Manetta. E come ormai pessima consuetudine è arrivata l'ennesima multa, 2000 euro, per i cori oltraggiosi dei tifosi tarantini ma anche per la perdita di tempo nel recupero dei palloni e perché persona riconducibile alla società fungeva da raccattapalle e rivolgeva gesti oltraggiosi alla tifoseria avversaria.

Fonte: Quotidiano di Puglia



Scroll to Top