TARANTO FC

L'Edicola del Sud: Taranto, per Di Costanzo è rebus per la difesa

Dalla rassegna stampa di oggi

foto MRB.it

RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da L'Edicola del Sud

Il Taranto è alla prova del nove. Ancora un ingresso in organico e i difensori salirebbero alla cifra tonda di dieci unità. Un numero non basso, che potrebbe preludere a politiche di esubero, intesa anche come la possibilità di cederne qualcuno in prestito. Molto dipenderà da come il tecnico Nello Di Costanzo voglia giocare, se con una difesa a quattro o a tre. Quest'ultima è stata provata nella gara con l'Afragolese giovedì 4 agosto e dopo novanta minuti i rossoblu hanno piegato i campani con tre reti, a firma di Panattoni (doppietta) e Badje. Esperimento riuscito, almeno nei novanta minuti di Sturno, dove si è giocato l'allenamento congiunto, ma a ben vedere è un modo concreto per comprendere come si possa muovere la squadra e per una ben precisa motivazione. Infatti sei degli attuali difensori del Taranto, anzi sino a una settimana fa otto perché Edoardo Vona è stato presentato appena settanta due ore fa, sono centrali. Antonini, Brandi, Manetta, Granata, Evangelisti e l'ultimo arrivato, Vona, compongono la nutrita batteria di uomini che operano al centro e sui quali si dovrà fare affidamento. Tre, invece, sono gli esterni: Tomassini, Ferrara e De Maria, il primo gioca a destra, gli altri terzini a sinistra, con il secondo capace di giocare anche al centro. Va da sé che una così grande differenza, in un rapporto di uno a due, possa far propendere Di Costanzo per il 3-5-2, che porterebbe a giocare da laterali di centrocampo da una parte Tomassini e dall'altra uno tra Ferrara (principalmente) e De Maria. Questa come plausibile idea di massima, nel rispetto de ll 'attuale situazione, perché che Costanzo opti per i tre o i quattro difensori avrebbe comunque bisogno di avere a disposizione un maggiore numero di laterali. Avrebbe cioè la necessità non semplicemente di qualcuno che giochi a destra, ma di un titolare, con Tomassini in alternativa. Sarebbe difficile pensare di affidargli una maglia da titolare, quando sino a poche settimane fa era fuori dal progetto di Di Costanzo.

Fonte: L'Edicola del Sud - Giuseppe Di Cera



Scroll to Top