TARANTO FC

Taranto, terminato il ritiro di Sturno

Primo bilancio sul lavoro di Di Costanzo

E', dunque, terminato il ritiro di Sturno per i rossoblù. Sgambate, sudate, tanta parte atletica ma anche alcune uscite importanti che hanno permesso a Nello Di Costanzo di cominciare a forgiare il nuovo Taranto. Squadra completamente rivoluzionata, piena di novità e di tanti giovani. Sono emersi tanti elementi interessanti ma anche tante criticità ancora da risolvere. Manca ancora qualcosa a questa squadra ma la base under è indubbiamente di buone prospettive. Da sottolineare le buone prestazioni nelle amichevoli di Guida e La Monica, buone intuizioni anche da Panattoni, elemento di ottimo spessore e futuro. 

Tanti gli spunti per Di Costanzo, tanto lavoro e tanta attenzione alla parte atletica. E, soprattutto, sulla parte atletica si è impegnato il mister rossoblù venendo incontro ai desideri del presidente Giove. Velocità, fisicità e atletismo. Tre imput fondamentali che Giove ha cercato di inculcare nella mente del nuovo trainer del Taranto il quale ha fatto davvero lavorare molto la squadra. Dalle prime dichiarazioni del massimo dirigente rossoblù c'è soddisfazione sull'operato di Di Costanzo proprio su questo punto oltre a premere molto sul dettame tattico da dare alle squadra. Nelle varie uscite viste Di Costanzo ha provato sostanzialmente due moduli ovvero il 4-4-2 provando Guida come seconda punta e il 4-3-3 con Guida e D'Egidio sulle fasce a Panattoni o La Monica come prime punte. Il tutto in attesa, come detto sopra, di importanti innesti over in tutti i reparti. Buone le prime uscite anche di Jatobà in attesa che si sblocchi la situazione del suo acquisto a titolo definitivo. Da valutare ancora l'innesto nei meccanismi tattici e non solo di Alessandro Provenzano..

Da sottolineare la soddisfazione da parte della società dell'ospitalità avuta da tutta la comunità di Sturno, dalla bontà dei campi di allenamento e dal sistema organizzativo dell'albergo che ha ospitato tutta la carovana rossoblù. Un'organizzazione buona che ha indotto la società rossoblù a pensare di riproporre questa località per la prossima stagione. 



Scroll to Top