TARANTO FC

Taranto, mister Di Costanzo traccia il bilancio del ritiro

Dalla rassegna stampa di oggi
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da L'Edicola del Sud

Fine prima parte del pre-campionato. Il Taranto ha concluso due giorni fa il raduno di Sturno, che aveva iniziato il 20 luglio. Al Castagneto, campo sportivo della piccola cittadina irpina, Nello Di Costanzo ha testato il giovanissimo gruppo che è stato chiamato a dirigere. Quattro allenamenti congiunti, ventotto gol fatti e nessuno subito: quindici alla Rappresentativa Campana, dieci all'Equipe Campania e tre all'Afragolese.

La rosa non è completa, qualcosa manca, almeno un uomo per reparto. Quasi certamente servirà qualcuno che giochi a destra nella linea a quattro dei difensori, inoltre sarebbe opportuna una mezzala e un secondo attaccante che abbiano una certa esperienza. L'arrivo del centravanti Saveriano Infantino, che ha esordito nella gara del 4 agosto con l'Afragolese (compagine iscritta al campionato di Serie D) rende meno urgente la ricerca di una punta, ma non procrastinabile oltre il primo settembre, quando si chiuderà il mercato. Nelle intenzioni questa squadra, decisamente giovane, dovrebbe garantire tanta corsa e brillantezza, ma a patto che nei posti giusti ci siano degli over. Il mercato chiuderà il primo settembre, mentre le prime gare ufficiali sarebbero attese per il 21 e il 28 agosto, rispettivamente Coppa Italia e campionato. Tuttavia la recente pronuncia del Consiglio di Stato, che ha sospeso la mancata ammissione del Campobasso al campionato, potrebbe determinare il rinvio di entrambe le competizioni. E ciò perché se ne riparlerà in udienza il 25 agosto, ma con l'auspicio della Lega affinché se ne discuta prima.

Nel consueto marasma estivo, che annuncia l'inizio della stagione, v'è una certezza e cioè che lo stadio Erasmo Iacovone si conferma il faro del Taranto e dei suoi tifosi. Ieri, infatti, è stato approvato lo schema di convenzione, tra i Comune e la società, per la stagione in corso. «Un rapporto inscindibile - commenta il sindaco Rinaldo Melucci - tra i colori della città e lo stadio, che sarà sempre casa del Taranto e della passione dei tifosi, ma per il quale abbiamo immaginato anche un futuro ricco di innovazioni». Un passo assolutamente necessario come spiega l'assessore allo Sport Gianni Azzaro. «Il Taranto ha conseguito un risultato eccezionale confermando la sua presenza in serie C - afferma Azzaro - e per questo siamo consapevoli di dover offrire il nostro contributo affinché la squadra possa affrontare favorevolmente la prossima stagione».

Fonte: L'Edicola del Sud - Giuseppe Di Cera



Scroll to Top