TARANTO FC

Dionisio: ''Abbiamo una squadra giusta per raggiungere l'obiettivo''

Dalla rassegna stampa di oggi

foto MRB.it

RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da L'Edicola del Sud

Dionisio, quanti altri innesti potrebbero essere necessari per completare la rosa?
«Ce lo dirà il tempo. Abbiamo tutte le caselle quasi coperte. Vero, manca qualcosa ma siamo sostanzialmente pronti».

Certamente si sarà rapportato con i suoi colleghi che operano in altri club o addetti ai lavori: quale idea si è fatto di questo mercato di Serie C?
«In linea con le esigenze della categoria. Un po' tutti stanno puntando sui giovani e così stiamo facendo noi. Logicamente devi anche prendere calciatori esperti, nei ruoli cardine, da mettere accanto a ai più giovani. Deve esserci una corretta commistione. Volevamo abbassare l'età media della squadra e ci siamo riusciti, ma l'abbiamo fatto con criterio. È vero che in C bisogna lavorare abbattendo i costi, ma poi vanno presi dei prospetti interessanti e noi pensiamo di esservi riusciti».

Quando si presentò alla piazza lo scorso 31 maggio parlò della necessità di avere in porta un over e invece sono arrivati solo under: è cambiato qualcosa nei programmi?
«Ho cambiato idea, ma è possibile che la modifichi nuovamente. Con Martorel ho sfruttato l'occasione, ma altre ne potrebbero arrivare da qui al primo settembre».

In senso assoluto non è mai perfetto, ma il mercato sinora fatto quanto si avvicina alla vostra idea di perfezione?
«Stiamo rispettando tutto quanto avevamo pensato e perciò siamo contentissimi. Siamo soddisfatti dei nostri giovani. Forse qualcuno ci lascerà, perché a malincuore dobbiamo rispettare il limite dei ventiquattro elementi, ma in linea di massima tutti hanno superato l'esame».

Rispetto alla scorsa stagione balza subito agli occhi la rivoluzione in attacco senza Saraniti e Giovinco: di fatto quale problema si era creato con i due giocatori?
«Saraniti ha chiesto la cessione e noi lo abbiamo accontentato. Giovinco, invece, avrebbe voluto un prolungamento del contratto con relativo adeguamento e non l'ho ritenuto opportuno. Noi, diversamente, non avremmo mandato via nessuno, anche perché erano entrambi sotto contratto».

È finalmente ufficiale la composizione del girone C, in cui il Taranto se la vedrà con squadre come Catanzaro, Crotone, Foggia e Pescara: che raggruppamento sarà?
«Il solito difficile girone, una sorta di Serie B. Ci sono tante grandi piazze, importanti come la nostra e sarà bello misurarsi con loro».

A chi le dovesse dire che con una squadra così giovane sia difficile raggiungere i playoff cosa direbbe?
«Abbiamo una squadra giusta per raggiungere l'obiettivo: vogliamo arrivare almeno al decimo posto».

Fonte: L'Edicola del Sud - Giuseppe Di Cera



Scroll to Top