TARANTO FC

Il Taranto valuta De Risio, manovre a centrocampo

Dalla rassegna stampa di oggi

foto Luca Barone

RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

Ieri i gironi, in attesa dei calendari. Nella composizione del girone C di terza serie, è andata come previsto. Il raggruppamento resta affascinante nonostante abbia perso', perché promosse, Bari e Palermo. Così il Taranto potrà misurarsi con tante sfide dal fascino antico (Avellino, Catanzaro, Foggia, Andria, Messina e Pescara), rinverdire derby storici e recenti (con Virtus Francavilla e Cerignola) ed affrontare qualche avversario incrociato nel passato amaro della serie D (Gelbison e Giugliano). E sebbene il Consiglio di Stato abbia sospeso la sentenza del Tar che ha escluso il Campobasso dal campionato, si attende la cerimonia della stesura dei calendari.

La società tarantina continua a sondare il mercato, dopo l'arrivo dell'attaccante Infantino e l'imminente firma del centrocampista brasiliano Carlos Jatobà, l'unico dei quattro elementi arrivati in prova nel ritiro di Sturno ad aver convinto il tecnico Di Costanzo. Proprio in mediana il Taranto vuole concludere un'altra operazione basata su profili esperti. Ieri è circolata l'indicazione sull'interesse nei confronti di Carlo De Risio, 32 enne con tanti anni di C (ed uno di B) alle spalle. Di proprietà del Bari, nell'ultima stagione ha vestito la maglia del Pescara giocando 14 partite. Il club barese lo vuole piazzare in prestito in Lega Pro ed allo stesso tempo il mediano sta vagliando alcune proposte. Una è quella del Taranto, le altre portano alla Virtus Francavilla ed alla Turris. La notizia invece per un ritorno di fiamma verso Di Gennaro, svincolato e negli ultimi sei mesi proprio in riva allo Ionio, non ha trovato riscontri. L'ex regista del Bari è invece appetito dal Cerignola. Il mercato dovrebbe infine chiudersi con un centrale difensivo, sempre over.

Nel frattempo la preparazione precampionato fuorisede termina oggi. Ieri i rossoblù hanno giocato e vinto la quarta amichevole estiva, contro l'Afragolese. La circostanza è stata sfruttata dall'allenatore tarantino per sperimentare altri movimenti, questa volta nella cornice tattica del 3-5-2. Ha potuto assaggiare il campo, per un breve spezzone finale, l'ultimo arrivato Infantino mentre sul piano realizzativo si è messo ancora in luce il giovane centravanti Panattoni, con una doppietta, con il quadro dei marcatori completato da Badje, che ha svolto tutta la preparazione ed attende un miracolo burocratico che gli consenta di accasarsi ufficialmente agli ordini del Taranto. Terminata la gara gli ionici hanno lasciato il ritiro. Da lunedì si tornerà a sudare, ma allo stadio Iacovone. Il 13 agosto è stata programmata un'altra uscita, questa volta contro il Molfetta.

Fonte: Quotidiano di Puglia



Scroll to Top