TARANTO FC

Il Taranto pensa a Lewandowski tra i pali

Dalla rassegna stampa di oggi

foto Luca Barone

RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da L'Edicola del Sud

A chi affidare la tutela dei pali? Il Taranto sta sondando almeno tre piste, con intensità diverse. La strada maggiormente percorribile è quella che porterebbe a Michal Lewandowski, numero uno del Messina. Il polacco sarebbe in cima alla lista del ds Nicola Dionisio e la trattativa tra la società rossoblu e la controparte avrebbe un fare spedito. L'estremo difensore giallorosso, che il prossimo 2 agosto compirà 26 anni, risponde al profilo indicato dal presidente Massimo Giove in primis, che per la porta del suo Taranto desidererebbe un over. Nicolò Chiorra, che ha difeso i pali nelle trentaquattro giornate dell'ultimo campionato, ne ha cinque in meno. Nonostante Lewandowski abbia ancora un anno di contratto con il club dello stretto, sino a ieri sembrava plausibile potesse ugualmente lasciarlo. E questo possibile epilogo sarebbe stato figlio della crisi economica che ha messo in discussione l'iscrizione al campionato dei siciliani, il cui termine ultimo scadeva ieri. Nella stessa giornata c'è stata una conferenza stampa in cui il presidente messinese Pietro Sciotto ha sciolto ogni dubbio e annunciato l'iscrizione alla stagione 2022/23. Questo colpo di coda potrebbe cambiare gli scenari, per cui Lewandowski potrebbe continuare a onorare il contratto, così come potrebbero fare i centrocampisti Morelli e Goncalves anche loro possibili partenti nel caso di mancata iscrizione. Lewandowski, che nella scorsa stagione ha tolto il posto a Leonardo Caruso senza mai saltare alcuna partita e mantenuto inviolata otto volte la porta, potrebbe essere il secondo portiere polacco del Taranto nel giro di due anni. Nella stagione 2020/21 vi approdò Dorian Ciezkowski, che si disimpegnò anche bene, quando chiamato in causa.

L'ALTERNATIVA. Parallelamente il Taranto sarebbe sulle tracce di Pietro Perina che, come il collega messinese, ha ancora un anno di contratto con la sua squadra. Perina ha disputato trentaquattro incontri, conservando l'imbattibilità in nove occasioni. Appena due i centimetri di differenza da Lewandowski, ma la sicurezza tra i pali sarebbe simile agli occhi della dirigenza ionica. I corallini non sarebbero intenzionati a cedere tanto facilmente il loro tesserato, per cui l'offerta del Taranto dovrà essere particolarmente convincente. A questo si dovrà aggiungere la volontà del calciatore. Il rischio è che il sentiero che porta a Perina possa restringersi vistosamente, com'è stato per Francesco Forte, guardiano della porta avellinese. Sembrava che l'accordo tra le parti potesse raggiungersi a stretto giro, ma invece, i passi fatti in avanti sarebbero stati annullati.

Fonte: L'Edicola del Sud - Giuseppe Di Cera



Scroll to Top