TARANTO FC

Taranto, prima l'iscrizione poi il focus sul calciomercato

Dalla rassegna stampa di oggi
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da L'Edicola del Sud

In queste ore il Taranto depositerà la domanda di iscrizione per il prossimo campionato di Serie C. Un adempimento che coincide col primo step per l'avvio della stagione 2022/23 e sancisce una chiusura definitiva con quella appena trascorso. Una volta completato l'iter con la consegna dell'intera documentazione – comprendente anche del nulla osta per l'utilizzo dello Iacovone – saranno inoltrate anche tutte le liberatorie dei tesserati per la stagione 2021/22, dove si certificano che non vi siano più pendenze, oltre alla fideiussione bancaria. Poi, tutte le attenzioni saranno rivolte solo ed esclusivamente al mercato. La deadline tracciata dalla società è chiara: un giusto mix tra under e giocatori di esperienza comporranno la rosa del Taranto.

Il progetto tecnico rossoblu si baserà su alcune riconferme, sull'ingaggio di calciatori ritenuti idonei dal neo allenatore Di Costanzo e sul ringiovanimento della rosa. L'obiettivo sarà anche quello di trovare delle soluzioni per alcuni dei giocatori attualmente sotto contratto, considerati esuberi. Tra le uscite ci saranno sicuramente quelle di alcuni calciatori come Tomassini, Civilleri e Pacilli, che non rientrano nel progetto tecnico. Per Civilleri si cercherà una sistemazione tra Serie C e D; Tomassini e Pacilli dovrebbero rescindere, invece, il proprio contratto. Le prossime ore dovrebbero essere anche cruciali per la definizione di alcune trattative, ufficializzabili dall'1 luglio in poi. Con l'ingaggio quasi certo del portiere Martorel, ex Bisceglie, si proverà la stretta finale su uno tra Perina e Lewandowski.

Dionisio, invece, ha escluso un ritorno di Marco Caldore in riva allo Ionio. Ai colleghi di Cosmopolismedia, il direttore sportivo rossoblu ha sottolineato le importanti qualità del giocatore ma non lo ritiene adatto ai piani del Taranto: «In rosa abbiamo Granata: lo ritengo un ottimo giocatore, un difensore centrale con piede sinistro. Vorremmo dargli fiducia e affiancargli un giovane importante con le sue stesse caratteristiche – afferma Dionisio – mentre sulla corsia di destra vorremmo giocare con qualche giocatore esperto. A sinistra, con Ferrara e De Maria già in rosa e che da questa stagione saranno considerati come giocatori over, siamo coperti. In virtù di queste situazioni, Caldore non rientra nel progetto ionico».

Fonte: L'Edicola del Sud - Christian Cesario



Scroll to Top