TARANTO FC

Taranto, alla scoperta degli obiettivi di mercato

Analizziamo i profili che interessano alla società rossoblù

Foto Luca Barone

Nonostante il mercato viva ancora una fase embrionale, sono diversi i nomi accostati al Taranto guidato da Dionisio e Di Costanzo. Tra le ipotesi più concrete, oltre all'ormai risaputa ricerca del portiere over, vi sono i nomi di Caldore ed Esposito. Analizziamo gli obiettivi rossoblù:

Alessio Martorel: il portiere classe 2000 è il più vicino a vestire la casacca degli jonici. Nelle ultime tre stagioni ha vissuto un campionato di Serie C con il Matelica e due di Serie D con il Muravera e con il Bisceglie nella stagione passata, terminata, però, con 47 reti subite in 38 gare e una retrocessione in Eccellenza. Un profilo che può rivelarsi adatto per il ruolo di dodicesimo.

Michal Lewandowski: l'estremo difensore polacco è reduce dall'esperienza con la maglia del Messina, chiusa con 51 reti incassate e 8 inviolate in 34 match. Nel corso della sua carriera, nonostante sia un classe '95, dopo esser cresciuto nel vivaio del Crotone, ha indossato le maglie dell'Avezzano e del Teramo, con la quale, nella stagione 2020/2021 si è messo mostra riuscendo a raccogliere 13 clean sheet e subendo 34 reti in 36 incontri.

Pietro Perina: nato ad Andria nel 1992, proviene dal campionato disputato a difesa dei pali della Turris. E' un profilo di esperienza che può vantare anche diverse presenze in Serie B. Dopo essersi formato nel vivaio del Bari, ha indossato, tra le altre, le casacche di Melfi, Cosenza e Vicenza. Quest'anno con i corallini 48 reti subite e 9 inviolate in 34 presenze. Rappresenterebbe alla perfezione il profilo dell'over tanto ricercato e voluto.

Marco Caldore: un nome già conosciuto alla piazza tarantina. Prima di approdare alla Juve Stabia nel febbraio 2021, il difensore disputò la prima metà di stagione alla corte di mister Laterza nel Taranto che avrebbe poi vinto il Girone H di Serie D. In passato ha vestito le maglie, tra le altre, di Sorrento, Gubbio e Casertana. Con le Vespe, nella stagione passata, ha raccolto trentaquattro gettoni e due reti. E' un mancino e può essere impiegato sia come terzino che come centrale di difesa.

Alessio Esposito: centrocampista, classe 2001. E' un profilo ben conosciuto da mister Di Costanzo in quanto lo ha allenatore lo scorso anno a Brindisi, segnando una rete e fornendo un passaggio vincente in 34 partite. Cresciuto nel settore giovanile del Napoli, prima di approdare in biancazzurro ha giocato con il Portici.



Scroll to Top