SERIE C GIRONE C

Fidelis Andria, sabato l'ultimo atto del campionato

Dalla rassegna stampa di oggi
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da L'Edicola del Sud

L'ora della verità è ormai ad un passo. Per la Fidelis Andria si avvicina sempre di più l'ultimo atto di un campionato sofferto, tormentato, deludente, ma che può ancora avere un epilogo positivo. Dopo aver perso la gara di andata dei playout in trasferta contro la Paganese, la squadra di Di Leo non ha più alternative. Le serve assolutamente una vittoria, con qualsiasi punteggio, per ottenere la permanenza in serie C e mettersi alle spalle i tanti errori e i continui passi falsi commessi in questa stagione molto avara di soddisfazioni. L'ultimo proprio nella gara di andata a Pagani dove la Fidelis, per un'ora di gioco, nonostante il tifo incessante di più di 500 sostenitori andriesi, non è mai riuscita ad entrare in partita contro un avversario apparso non trascendentale. Solo nel finale ha avuto un guizzo di orgoglio e ha creato diverse pallegol, ma senza trovare la via della rete, carenza atavica di una formazione che continua ad avere percentuali realizzative molto basse. Problema che stavolta va in qualche modo risolto se si vuole raggiungere l'obiettivo. All'Andria rimane ancora il vantaggio di poter giocare la gara di ritorno sul proprio terreno di gioco e con l'apporto di un pubblico che anche in questa occasione non farà mancare il suo sostegno. Mettendo da parte le delusioni in serie accumulate finora, la tifoseria biancazzurra si sta mobilitando per non far mancare la propria spinta.

Per quanto riguarda la formazione sicuramente i tecnici apporteranno qualche modifica in mediana ed in attacco allo schieramento di Pagani. A centrocampo potrebbe esserci l'importante recupero di Andrea Risolo, assente nel primo spareggio per un problema muscolare, ma che è apparso in netta ripresa. Torna a disposizione anche il giovane Bonavolontà. Ma c'è attesa soprattutto per le scelte nel reparto avanzato che è stato un elemento di criticità per tutta la stagione. Non è escluso che possa ritrovare una maglia da titolare uno dei giocatori più controversi di questa stagione, Giacomo Tulli che con il suo ingresso in campo a Pagani ha regalato un pizzico di vivacità alla manovra offensiva andando anche vicino al gol. Il tecnico potrebbe affidarsi alle sue qualità e alla sua esperienza in una gara molto delicata anche sotto l'aspetto psicologico. Per il resto la linea di attacco potrebbe ruotare ancora attorno a Bubas e Di Piazza, abbastanza inconcludenti nelle ultime apparizioni, ma che Di Leo e Di Bari sperano possano trovare il guizzo risolutivo nel momento decisivo di un intero campionato.

Fonte: L'Edicola del Sud - Giuseppe Ernesto


Scroll to Top