TARANTO FC

Il Taranto ritrova Guastamacchia

Dalla rassegna stampa di oggi

Foto Luca Barone

RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

La ripresa delle ostilità, al momento fissata tra una settimana, potrebbe causare un problema di abbondanza al centro della retroguardia del Taranto: virgolette non casuali, anzi, perché in pieno periodo pandemico e con un calendario che, tra fine gennaio e per tutto il mese di febbraio è fitto di appuntamenti, il rischio di dover fronteggiare diverse defezioni è elevato.


Il comparto centrale tornerà ad annoverare la presenza di Guastamacchia, il leader della difesa ionica nel corso dello scorso campionato e al quale la società ha immediatamente proposto un prolungamento di contratto pur consapevole che, per metà stagione, non sarebbe stato disponibile. Il peggio, tuttavia, è alle spalle e, in lista, l'atleta campano prenderà il posto di Diaby, out fino a fine stagione per infortunio. Guastamacchia necessiterà di un periodo di tempo tale da consentirgli di riprendere il ritmo partita, nel mentre spazio agli altri tra i quali è compreso Riccardi, di ruolo centrale, ma che Laterza ha impiegato spesso nel ruolo di terzino destro considerando la carenza di uomini in quella specifica zona di campo: il rientro di Versienti, però, dovrebbe spostare nuovamente l'atleta ex Lecce nella sua posizione naturale. Nel computo dei difensori centrali anche i soliti noti Benassai, Granata e Zullo. Cinque tasselli al centro per due posti disponibili considerando che quella di una retroguardia a tre è un'ipotesi che Laterza difficilmente riproporrà: d'ora in poi, come d'altronde è sempre stato, la linea di difesa sarà a quattro.

Sia Montervino che il tecnico ionico non hanno la minima intenzione di privarsi di nessuno, ma non è da escludere che in questa finestra di mercato almeno uno dei cinque chieda maggiore spazio, richiesta che in casa Taranto non potrebbe essere soddisfatta in maniera certa. Dei cinque, gli intoccabili sono due: Guastamacchia, per le ragioni esposte precedentemente, e Riccardi, che in rossoblù, finora, non si è reso protagonista di un percorso chissà quanto trascendentale, ma è quell'atleta che conosce benissimo la categoria, disputata in passato anche per obiettivi più prestigiosi della salvezza, e che dalla ripresa fino a fine stagione dovrebbe tornare a giocare al centro. Mister Laterza, tuttavia, ritiene tutti indispensabili: forse, per una sola ragione legata all'eventuale poco spazio, si potrebbe valutare una cessione in prestito di Granata, ma soltanto se sarà il calciatore a richiederla.

La Paganese, avversario del Taranto tra una settimana, intanto, resta vigile su Franco Bellocq: il centrocampista argentino piace a Grassadonia. I rossoblù non lo ritengono incedibile, ma se ne priverebbero soltanto di fronte a un'offerta che aggradi le esigenze tecniche di Laterza considerando che proprio la zona nevralgica rossoblù è stata quella ad avere maggiori difficoltà numeriche visto l'infortunio fino a fine stagione di Diaby. Se ne riparlerà, eventualmente, nelle prossime ore.


Scroll to Top