VERSO VIRTUS FRANCAVILLA-MONTEROSI

Leadership dentro e fuori dal campo, Taurino ha conquistato il Francavilla

Dalla rassegna stampa di oggi
RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

La Virtus Francavilla, tuttora in piena corsa playoff, ha il suo faro che le indica la direzione migliore da intraprendere per percorrere una strada meno irta di pericoli per arrivare alla giusta destinazione prevista. Roberto Taurino, infatti, è non solo l'allenatore e la guida tecnica della squadra biancazzurra ma è anche un punto di riferimento per tutti i giocatori dell'organico e per ogni collaboratore del sodalizio di patron Magrì.

A lui Idda e compagni chiedono consigli per meglio approcciarsi alle partite e Taurino dedica tanto tempo della giornata a parlare e a discutere con i propri giocatori di tutto ciò che ruota intorno ad una gara di campionato. Frutto della sua pluriennale esperienza e dei suoi molteplici traguardi raggiunti sia a livello individuale che di ogni squadra per la quale ha giocato. E a volte la vittoria o la sconfitta non è solo l'unico parametro per giudicare il percorso annuale di una squadra o del suo allenatore. C'è qualche dato che va oltre il mero risultato statistico e che sfiora un livello molto alto di giudizio, a metà tra etica professionale e serietà. In questo, la Virtus Francavilla non è seconda a nessuno, forte degli insegnamenti che anche il presidente Antonio Magrì ha saputo dare dal suo primo giorno di guida dirigenziale del sodalizio.

Ed allora in questo contesto assume ancora più valore il confortante cammino degli Imperiali e l'attuale posizione di classifica. La Virtus può recitare in questo campionato un ruolo di primissimo piano a patto di recepire e mettere in atto sempre la grande determinazione che ha avuto da giocatore e che ha ora da allenatore Roberto Taurino. Domenica prossima, nel match contro il Monterosi, è fondamentale non ripetere certi errori che hanno caratterizzato la fase difensiva di queste ultime partite per cattiva lettura del gioco degli avversari e per qualche distrazione individuale di troppo. Ed insieme a questo, l'allenatore ha chiesto ai suoi giocat6opri di vedere di più la profondità delle azioni e non solo la linearità dei passaggi.

In ottica formazione, Taurino può contare per domenica su un gruppo quasi al completo. C'è da verificare soltanto la condizione fisica di Perez e poi non c'è altro che sfruttare a dovere il grande ventaglio di alternative offensive che il tecnico francavillese può avere a suo vantaggio. A parte il settore d'attacco, altri ballottaggi riguarderebbero il centrocampo, con Franco che potrebbe anche partire dal 1° minuto, alternandosi con l'ottimo Toscano, e sull'out di sinistra tra Enyan e Ingrosso. In casa Monterosi, invece, mancheranno per squalifica Franchini e Rocchi. Ma la squadra laziale proverà certamente a fornire una buona prestazione per dimostrare, come ha fatto notare il suo presidente, che non è una matricola tipo Cenerentola. La Virtus questo lo deve tenere in considerazione durante tutto l'arco del match per organizzarsi al meglio. Dirigerà la partita la signora Maria Marotta di Sapri.


Scroll to Top