VERSO VIBROTEK VOLLEY-ALTAMURA

Corale: ''Guai a sottovalutare questo impegno''

Le dichiarazioni del classe 1982 Carlo Corale

Dopo due preziosissimi successi con Matera e Gioia del Colle la testa della Vibrotek Volley è rivolta soltanto alla sfida interna con l'Altamura. A presentare il match di domenica è l'espertissimo, classe 1982, Carlo Corale: “Il nostro è un gruppo giovane. Con coach Caputo sono cresciuto visto che sono di Torricella come lui. La società del Presidente Antonio Di Giuseppe ha costruito un mix perfetto di giovani atleti condito da qualche over con i due coach Caputo-Caiaffa che stanno facendo un buonissimo lavoro”.

LA CLASSIFICA: “La nostra graduatoria è abbastanza veritiera anche se potevamo avere qualche punto in più: le due gare disputate si potevano chiudere prima. Però, l'importante, alla fine, è aver vinto”.

GLI OBIETTIVI: “Sono un giocatore classe 1982 e ho già dato tanto. Quindi posso dire che l'esser chiamato in causa anche in momenti delicati dei set non può che farmi piacere. Vuol dire che ho la fiducia dei due tecnici. Sono soddisfatto così”.

LA PROSSIMA SFIDA: “Guai a sottovalutare il prossimo impegno. L'Altamura anche se ultima in classifica può preservare sorprese e metterci i bastoni tra le ruote. Dovremo essere lucidi e non guardare la loro posizione. So che storicamente il club barese ha sempre allestito ottime rose. L'abbiamo preparata bene con coach Caputo che in terra barese vi ha anche allenato e che di conseguenza ci avrà dato giuste e preziose indicazioni. Il campionato nel complesso è composto da compagini giovani con qualche atleta d'esperienza”.

LA VIBROTEK VOLLEY: “Mi sto trovando molto bene e sono stato accolto ottimamente. Mi sono subito messo a disposizione dei più giovani. Con gli over ho un ottimo rapporto di fiducia”.


Scroll to Top