VERSO JUVE STABIA-TARANTO

Curare il mal di trasferta, il Taranto fissa l'obiettivo

Dalla rassegna stampa di oggi

Foto Luca Barone

RASSEGNA STAMPA
Articolo tratto da Quotidiano di Puglia

Ventitré punti già in cascina e presenza costante nelle zone nobili della classifica: a quattro gare dal giro di boa, il bilancio in casa di un Taranto, il cui unico scopo è centrare la permanenza nella categoria, è alquanto positivo. I rossoblù, mattoncino dopo mattoncino, stanno costruendo le basi per un futuro stabile tra i professionisti e non è un caso che alcuni degli elementi di maggior caratura, in particolare Giovinco e Civilleri, siano già finiti nel mirino di squadre che lottano per la B. Una dinamica prestigiosa e che inorgoglisce soprattutto Montervino: buona parte delle scelte estive del ds, infatti, erano finite nel mirino della critica.

L'appetito vien mangiando e gli ionici non vogliono fermarsi, ma sono consapevoli che, fuori casa, bisognerà cambiare rotta. Il successo lontano dalle mura amiche dello Iacovone manca dal 4 settembre quando un guizzo di testa di Giovinco su assist di Bellocq regalarono il primo acuto stagionale in quel di Campobasso. Nelle restanti sei gare, però, sono giunti soltanto due punti, frutto di altrettanti pareggi conquistati sugli ostici terreni di gioco di Virtus Francavilla e Foggia. Quattro, invece, le sconfitte maturate: di queste, immeritate quelle di Pagani e Avellino, più che meritate, invece, a Catanzaro e a Monopoli. Nessun dramma: in un percorso di crescita finalizzato al mantenimento della terza serie, più di un ko è assolutamente da mettere in preventivo.

Ma l'ambizione della squadra è ormai tanta e quanto fatto in casa vuole essere emulato anche in trasferta: buon banco di prova, a tal proposito, la sfida del Menti di Castellammare contro la Juve Stabia, una compagine tecnicamente più forte dei rossoblù, ma che ha quattro punti in meno di Marsili e compagni e che soprattutto in casa, fin qui, ha incontrato più di qualche difficoltà. Il Taranto vuole continuare a stupire e fare bottino pieno in terra campana avrebbe un significato importantissimo nell'economia del prosieguo di una stagione che sta regalando più gioie che delusioni, forse anche contro ogni più roseo pronostico. Per riprendere confidenza con il successo esterno, però, Laterza dovrà rinunciare ancora ad alcuni perni fondamentali, su tutti Saraniti che, salvo miracoli, tornerà disponibile a partire dalla prossima settimana: la punta palermitana, già dal finire di ottobre, è ai box per un fastidio all'adduttore, problema in fase di risoluzione ma che, in ogni caso, non lo renderà arruolabile lunedì sera per evitare rischi o, peggio ancora, ricadute. Dovrebbe essere assente anche Ferrara, uscito malconcio dopo una manciata di minuti nel match di domenica scorsa contro il Catania, mentre non ci sarà, senza uso del condizionale, Granata, appiedato per un turno dal Giudice Sportivo.

La società, intanto, ha informato che da oggi sarà disponibile, al costo di 10, la Rossoblù Card, una tessera riservata ai tifosi che darà loro la possibilità di usufruire di agevolazioni e sconti in maniera esclusiva. I possessori, inoltre, usufruiranno di uno sconto del 10% sul merchandising presso Cascarano, lo store ufficiale del Taranto. La Rossoblù Card potrà essere sottoscritta presso lo stadio Iacovone da oggi fino al 27 novembre e dal 7 all'11 dicembre dalle ore 16.30 alle ore 19.


Scroll to Top