GIOIELLA PRISMA-ITAS TRENTINO 1-3

Gioiella Prisma Taranto: al Palamazzola Trento passa in quattro set

Un super Lavia mette a segno 22 punti

Foto Luca Barone

Dopo la pausa della scorsa domenica, la Gioiella Prisma Taranto affronta tra le mura amiche l’Itas Trentino di coach Lorenzetti, nella gara valevole per l’ottava giornata di campionato di Superlega.
Mister Di Pinto schiera il suo starting six composto da capitan Falaschi in cabina di regia, Sabbi opposto, Di Martino e Alletti centrali, Palonsky e Randazzo schiacciatori, il libero Laurenzano.
Dopo quasi due ore di gioco, la Gioiella Prisma Taranto esce sconfitta in quattro set. Decisivi i 22 punti di Lavia.

1° Set: E’ della Gioiella Prisma Taranto il primo punto del set e del match, attacco vincente di Randazzo; risponde Lisinac con il suo primo tempo (1-1). Trento prova subito il primo allungo, con il muro di Casinsky prima e l’ace dello stesso dopo si porta a +3 (1-4); coach Di Pinto si avvale del primo time out. Il servizio di Kasinsky è out, Taranto ottiene punto e cambio palla ma il tutto è momentaneo, anche il servizio di Randazzo finisce fuori (2-6). Tutto facile per D’Heer che mette a segno il decimo punto per Trento (4-10). Con l’errore in ricezione di Giulio Sabbi, coach Di Pinto decide di avvalersi del secondo time out (4-11). Impatta sul muro di Luigi Randazzo l’attacco di Michieletto, sesto punto per Taranto (6-13). Daniele Lavia grazia al suo attacco vincente mette a segno il quindicesimo punto per Trento (8-15). Nuovo attacco vincente di Giulio Sabbi, Taranto -6 (10-16). Due errori in attacco per gli ospiti, Taranto accorcia ulteriormente (14-18). Ci pensa il solito Giulio Sabbi a mettere a terra il pallone, Taranto adesso a -3 (17-20). Muro vincente di Alletti e diciannovesimo punto per Taranto (19-22). Ace di Luigi Randazzo e muro efficace di Alletti, Taranto a -1 (21-22), time out per coach ??? Coach Di Pinto decide di sostituire Randazzo con Pochini (22-23). E’ con l’attacco vincente di Michieletto che si conclude il primo set (23-25).

2° Set: Primo punto per la Gioiella Prisma Taranto, la serve Randazzo e finalizza Sabbi. Si ripete Giulio Sabbi, secondo punto per Taranto (2-0). Raggiunge il pareggio Trento, attacco vincente di Michieletto (4-4). La rimette a terra Giulio Sabbi, segue l’attacco vincente di Palonsky (7-5). Primo tempo vincente di Di Martino (8-6). Il servizio di Kasinsky è out, coach Lorenzetti si avvale del primo time out (9-6). Muro efficace di Daniele Lavia, Trento si porta a -1 (10-9). Altro attacco vincente di Lavia, Trento ristabilisce la parità e coach Di Pinto richiede il time out (11-11). Ribaltano il parziale gli ospiti grazie all’attacco vincente di Kasinsky (11-12). Funziona la diagonale Falaschi-Sabbi, tredicesimo punto per Taranto (13-13). Attacco vincente di Palonsky prima e Randazzo dopo, parziale sempre in parità (15-15). Impatta per due volte sul muro di Di Martino l’attacco di Lavia, padroni di casa nuovamente in vantaggio (17-15) e time out per coach Lorenzetti. Attacco vincente di Gigi Randazzo, Taranto sempre a +2 (18-16). Muro Lisinac sull’attacco di Randazzo, parità ristabilita (19-19). Ace di Kasinsky, Trento ribalta il parziale e coach Di Pinto chiede il time out (20-21). Daniele Lavia mette a segno il ventiduesimo punto per Trento (20-22). Cambia il regista coach Di Pinto, fuori Falaschi dentro Doshanjh (21-22). Primo tempo vincente di Gabriele Di Martino prima, attacco out di Lavia dopo; Taranto la ribalta (24-23). E’ out l’attacco di Sabbi e successivamente quello di Michieletto (25-25). Muro efficace di Di Martino, la Gioiella Prisma Taranto si porta in vantaggio (25-26). La chiude Randazzo con il suo attacco vincente. (25-27)

3° Set: Partono bene gli ospiti, grazie agli attacchi di Lavia e il doppio muro di Michieletto si portano a +3 (2-5), coach Di Pinto decide di avvalersi subito del primo time out. Attacco vincente di Palonsky, adesso Taranto è a -1 (4-5). Muro efficace di Di Martino e parità ristabilita (5-5). Protesta troppo capitan Falschi su una dubbia decisione dell’arbitro, ammonizione per lui (6-7). Kazinsky mette a segno il suo attacco, Trento a +2 (6-8). Giulio Sabbi ottiene punto a cambio palla (9-10). Attacco vincente di Daniele Lavia, Trento adesso a +3 (9-12). Errore in ricezione di Taranto, ne approfitta Michieletto che conquista il quattordicesimo punto per Trento (10-14). E’ out l’attacco di Sabbi, ospiti a +5 (11-16). Impatta sul muro di Gabriele Di Martino l’attacco di Micheletto, Taranto si porta a -3 e coach Lorenzetti chiama il time out (13-16). Taranto prova a reagire ma non riesce nell’intento, Michieletto è una vera spina nel fianco. Il set si conclude con gli il punteggio di 19-25.

4° Set: Il quarto set, almeno nella prima parte è un copia e incolla del precedente. Taranto non riesce a superare il muro degli ospiti che già nella fase iniziale si portano a +5 (2-7). Provano a reagire i padroni di casa, ma a complicare tutto è il giudice di gara con più di qualche decisione dubbia. Gli uomini di coach Di Pinto non perdono la concentrazione ma sono costretti a rincorrere per tutto il set. A nulla servono gli attacchi messi a segno da Gironi e Randazzo, Trento riesce a conquistare anche il quarto set con il punteggio di 19-25.

La prossima domenica, i ragazzi di coach Di Pinto, si recheranno in Emilia Romagna per affrontare al PalaBanca la Gas Sales Bluenergy Piacenza. Si preannuncia un'altra gara difficile per Falaschi e compagni che dovranno necessariamente buttare il cuore oltre l’ostacolo per guadagnare punti preziosi in ottica salvezza; prima battuta ore 15.30.



Scroll to Top