CALCIO

Il mondo del calcio ricorda Pieroni

Messaggi di cordoglio e pensieri di alcuni addetti ai lavori e società

Il mondo del calcio professionistico ricorda in queste ore la figura di Ermanno Pieroni scomparso oggi all'età di 76 anni dopo lunga malattia. Molti gli aneddoti e i pensieri espressi da alcuni addetti ai lavori.

Alessandro Dal Canto, ex tecnico di Arezzo e Viterbese cosi si è espresso: " Il nostro era un rapporto eccezionale, con lui ho passato tante cene e tante giornate lavorative. Ho un ottimo ricordo sia professionale sia umano. Era una persona completamente dedita al lavoro. Quello è stato un anno positivo e con quelle premesse era facile lavorare. Anche perché lui mi permetteva di farlo nel modo in cui ritenevo più opportuno. E' vero che non sempre si è in sintonia ma abbiamo sempre passato sopra a tutto da persone di calcio. Era sempre lineare nel suo lavoro, incuteva sempre rispetto, era una persona di altri tempi rispetto a quello che va di moda adesso. Sono persone che pian piano vanno scomparendo, in lui mai eccessi di alcun tipo. Mi spiace molto".

«La Società, profondamente commossa, si stringe al dolore della famiglia Pieroni per la scomparsa di Ermanno, ex dirigente e Presidente dell’Ancona - si legge in una nota dell’Ancona Matelica, che attualmente milita in Serie C - A lui restano per sempre legate alcune delle pagine della storia del calcio dorico».

Cosi si è espresso l' Arezzo Calcio in un comunicato: "La Società Sportiva Arezzo partecipa al dolore della famiglia Pieroni, per la scomparsa all’età di 76 anni di Ermanno. Direttore sportivo del Cavallino tra il 2005 e il 2007, Ermanno Pieroni è poi tornato in amaranto nel marzo del 2018 assumendo la carica di direttore generale prima e vice presidente poi, ruolo ricoperto fino al giugno 2020. La Società Sportiva Arezzo in questo difficile momento esprime le proprie condoglianze alla moglie Mariolina, alla figlia Letizia e ai familiari dell’ex dirigente amaranto".



Scroll to Top