EUROPA LEAGUE

Il Napoli torna in corsa con un tris, pari Lazio con il Marsiglia

Insigne sblocca gli azzurri contro il Legia, Strakosha e Pau López firmano lo 0-0 dell'Olimpico

C'era solo un neo in questo inizio di stagione del Napoli: non aveva ancora vinto in Europa League. La squadra di Spalletti si è sbloccata vincendo e convincendo contro il Legia Varsavia primo nel gruppo C, dominando i polacchi per tutta la partita pur trovando il gol del vantaggio solo al 75'.

Poco turnover ma di qualità, con Mertens al centro dell'attacco per far rifiatare Osimhen e giocarsi le sue possibilità di tornare titolare nello scacchiere azzurro, e Demme nel trio di centrocampo insieme a Elmas e Anguissa. Il belga è stato l'uomo più pericoloso nel primo tempo al Maradona e per fermarlo il giovane portiere Miszta ha dovuto superarsi nel  deviare il destro a giro destinato sotto la traversa, poi il 14 non trova la porta per pochi centimetri su una bella girata al volo. L'altra grande occasione per il Napoli in una prima frazione conclusa con il 70% di possesso passa è quella capitata a Lozano, stoppato ancora da Miszta che in avvio di ripresa si è ripetuto sul sinistro di Insigne.
Il dominio partenopeo aumentato col passare dei minuti si è concretizzato paradossalmente nell'azione successiva al palo colpito da Embreli, grazie a Insigne e allo splendido tiro in controbalzo sul cross di Politano. Il capitano si è dimostrato decisivo anche 5' più tardi nello spedire verso la porta polacca il neo entrato Osimhen che ha freddato Miszta per il raddoppio azzurro, poi all'ultimo minuto di recupero il sinistro sul secondo palo di Politano ha certificato la superiorità del Napoli mettendo il punto esclamativo del 3-0.

Così, anche con poco turnover la missione "passà o' turn" annunciata da Spalletti in conferenza stampa si è fatta più semplice, riportando gli azzurri al secondo posto a quota 4 punti insieme al Leicester che nell'anticipo di mercoledì sera ha superato con un pirotecnico 4-2 (protagonista assoluto Daka con un poker) lo Spartak Mosca. Il Napoli tiene alla competizione così come al campionato in cui finora non ha sbagliato nulla, ma è atteso all'Olimpico da una Roma ferita e da un Mourinho arrabbiato che in Conference League ha perso malamente in Norvegia col Bodo Glimt per 6-1.

In quello stadio la sfida tra la Lazio e l'Olympique Marsiglia, o anche tra Sarri e Sampaoli, si è conclusa con un pareggio giusto nel merito ma riduttivo nel punteggio. Lo 0-0 finale è stato frutto delle parate di Strakosha su Ünder e di quelle di Pau López in trance agonistica da derby a fermare Zaccagni, Pedro e Luiz Felipe due volte, oltre che dalla traversa colpita da Immobile capitano di serata per i biancocelesti.
Si è vista una gara godibile dal punto di vista della fluidità del gioco in cui le squadre si sono attaccate senza risparmiarsi, forse tra i padroni di casa un po' in ombra Felipe Anderson sostituito prima del 60' come Milinković Savić, ma certamente per la Lazio è meglio un punto contro l'OM mantenendo il vantaggio sui francesi che una sconfitta come quella a Istanbul contro il Galatasaray.
Sono i turchi a guidare il gruppo E con la vittoria esterna sul campo della Lokomotiv Mosca firmata Aktürkoğlu, ma alla squadra di Sarri basterà vincere a Marsiglia per ipotecare il passaggio del turno e arrivare almeno al playoff.

Le squadre a punteggio pieno dopo tre giornate in questa edizione di Europa League sono solo due: il Lione che ha superato 4-3 lo Sparta Praga rimontando da 2-0 per i cechi e resistendo anche 20' in inferiorità numerica e il West Ham che si è sbarazzato del Genk nel giro di un quarto d'ora (3-0) a cavallo tra il primo e il secondo tempo.
Da segnalare nel gruppo B il 2-1 esterno del Monaco a Eindhoven sul Psv arrivata al minuto 89 che ha permesso alla squadra del Principato di portarsi in testa e alla Real Sociedad di effettuare il sorpasso sugli olandesi grazie al solito Isak che ha steso lo Sturm Graz.

Rangers-Brøndby 2-0
Balogun 18', Roofe 30'
Sp. Praga-Lione 3-4
Haraslín 4',18' (P); Ekambi 42',88', Aouar 53', Paquetá 67' (L); Kreijčí 96' (P)
Psv-Monaco 1-2
Boadu 19' (M); Gakpo 59' (P); Diop 89' (M)
Sturm Graz-Real Sociedad 0-1
Isak 68'
Napoli-Legia V. 3-0
Insigne 76', Osimhen 80', Politano 95'
Sp. Mosca- Leicester 3-4
Sobolev 11', Larsson 44' (M); Daka 45',48',54',78' (L); Sobolev 86' (M)
Fenerbahce-R. Anversa 2-2
Samatta 2' (A); Valencia 20', r 45' (F); Gerkens 62' (A)
Eintracht F.-Olympiacos 3-1
Santos Borré r 26' (E); El Arabi r 30' (O); Touré 48'pt, Kamada 59' (E)
Lazio-Ol. Marsiglia 0-0
Lokom. Mosca-Galatasaray 0-1
Aktürkoğlu 82'
Midtjylland-Stella Rossa 1-1
Ivanić 58' (S); Dyhr 78' (M)
Ludogorets-Braga 0-1
Horta 7'
Celtic-Ferencvaros 2-0
Furuhashi 57', Vecsei a 81'
Real Betis-Bayer Leverkusen 1-1
B. Iglesias r 75' (B); Andrich 82' (L)
R. Vienna-Dinamo Zagabria 2-1
Grüll 9' (V); Oršić 24' (Z); Hofmann 34' (V)
West Ham-Genk 3-0
Dawson 45', Diop 57', Bowen 58'

Le classifiche dopo le prime tre giornate

GRUPPO A
Lione 9
Sp. Praga 4
Rangers 3
Brøndby 1

GRUPPO B
Monaco 7
Real Sociedad 5
Psv 4
Sturm Graz 0

GRUPPO C
Legia V. 6
Napoli 4
Leicester 4
Sp. Mosca 3

GRUPPO D
Eintracht F. 7
Olympiacos 6
Fenerbahce 2
R. Anversa 1

GRUPPO E
Galatasaray 7
Lazio 4
Ol. Marsiglia 3
Lokom. Mosca 1

GRUPPO F
Stella Rossa 7
Braga 6
Midtjylland 2
Ludogorets 1

GRUPPO G
Bayer Leverkusen 7
Real Betis 7
Celtic 3
Ferencvaros 0

GRUPPO H
West Ham 9
Dinamo Zagabria 3
R. Vienna 3
Genk 3 





Scroll to Top