SERIE C GIRONE C

Virtus Francavilla, Tulissi: ''Felice di aver scelto il Francavilla''

Dalla rassegna stampa di oggi

Foto Francesco Miglietta

Quarto posto in classifica dopo le prime tre giornate. Una avvio così brillante la Virtus Francavilla non lo aveva mai avuto in questi anni di serie C. Merito dei giocatori, merito dello staff tecnico ma molto merito della società, capace negli ultimi giorni di mercato di regalare a Taurino giocatori di spessore per provare a fare qualcosa di importante durante questa stagione agonistica. Prima Ventola contro la Vibonese, poi Tulissi, allo scoccare del fischio di chiusura contro l'Andria, hanno consentito al team di patron Magrì di conseguire due successi consecutivi per dimenticare l'immeritata sconfitta di Catanzaro, all'esordio in campionato. Successi comunque che portano la firma di un intero gruppo capace di supportare i propri attaccanti anche negli ultimi istante del match. Lo stesso Taurino, che al termine della gara ha dedicato la vittoria al vicepresidente Tonino Donatiello per la perdita del caro papà, ha saputo indirizzare il match sin dall'inizio su un percorso offensivo e non di attesa, con il varo di una formazione che aveva nelle corde la volontà di spingere molto sull'acceleratore, con i vari Enyan, preferito ad Ingrosso, e Mastropietro, che ha vinto il ballottaggio con Franco.

I frutti si sono raccolti poi nel finale e poco importa se il gol é arrivato dopo la classica girandola delle sostituzioni e in conseguenza anche di un grossolano errore della difesa di casa. E il gol lo racconta proprio Tulissi, il risolutore del match, alla sua prima rete con la casacca degli Imperiali. «Mi è arrivato il pallone - ha dichiarato l'attaccante ex Modena - sul destro che è il mio piede meno abile, anche se provo sempre ad allenarlo e ad usarlo. Ho visto il difensore che veniva forte verso di me, ho sterzato prima di tirare in porta ed è andata bene». Tulissi, oltre ad aver segnato il gol, ha saputo essere l'ideale anello di congiunzione tra centrocampo e attacco per fornire quelle soluzioni in più in fase conclusiva, necessarie per far male all'avversario. Durante il match, infatti, Ventola risultava molto isolato in avanti, co Maiorino molto arretrato. «Mi piace - ha continuato Tulissi - fare questo, cioè provare ad essere il collegamento tra centrocampo e attacco. L'ho sempre fatto in carriera e mi piace davvero questo ruolo. Sono comunque al 70 per cento della condizione fisica dopo sei mesi dall' infortunio». Tulissi, tra l'altro, era stato richiesto ad agosto, verso la fine del mercato, anche dall'Andria. «Sì, è vero - ha concluso - mi volevano entrambe le squadre, Andria e Virtus ma ho fatto questa scelta e sono contento di essere a Francavilla». Neanche il tempo di rifiatare che domani è già Coppa Italia. Stesso palcoscenico, il Degli Ulivi, stesso avversario, l'Andria, con inizio alle ore 17.30. Prevedibile un corposo turn-over per dare minutaggio a tutti i giocatori di Taurino e per avere maggiore contezza del livello di preparazione raggiunto da ogni componente del roster.

Fonte: Quotidiano di Puglia


Scroll to Top